energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Natale di fuoco per la Toscana Cronaca

Sono le 21.30 circa del 24 dicembre. Si attende l’arrivo di Babbo Natale su una slitta trainata da renne e carica di doni. E invece… anziché lo scoppiettare del camino si sente odore di bruciato e ci si rende conto che il condominio sta andando a fuoco. Siamo nel centro di Livorno, in piazza Mazzini. Alcuni materiali hanno preso fuoco nella soffitta del palazzo, probabilmente a causa di un corto circuito. Il fumo invade le scale e le famiglie, accortesi che nel palazzo si sta propagando un incendio, si mettono in salvo fuggendo. Una quarantina di persone che occupavano gli appartamenti del condominio si riversano per le scale ed abbandonano le loro case. Fra loro anche un disabile, per fortuna rimasto illeso nel rogo della palazzina, ed una donna di 80 anni, rimasta invece intossicata dal fumo, seppur lievemente. Tutto finito? Niente affatto. Il Natale di fuoco della Toscana continua, sempre nel Livornese. Sono le 1.30 circa e, nella zona industriale di Rosignano Marittimo (Livorno) ben sei auto vanno a fuoco. Secondo la ricostruzione dei vigili del fuoco, che hanno impiegato diverse ore per aver ragione delle fiamme, il fuoco sarebbe partito da un’auto per poi diffondersi ai veicoli parcheggiatigli accanto. L’incendio sarebbe di origine dolosa ed i danni provocati alle vetture ammonterebbero a diverse migliaia di euro. Sulla vicenda indagano i carabinieri di Rosignano, giunti anch’essi sul luogo del rogo per i rilievi del caso. Trascorrono poche ore ed a Ponsacco (Pisa) scoppia un altro incendio. Le fiamme prendono vita ancora una volta in un condominio, intorno alle 9.30 della mattinata di oggi, 25 dicembre. Secondo una prima ricostruzione, il rogo sarebbe partito da un apparecchio elettronico presente in uno degli appartamenti del palazzo, nel quale abitano una donna di 47 anni ed il figlio di 14 anni. Dall’abitazione della quarantasettenne il fumo ed il fuoco si sono propagati negli altri 10 appartamenti del palazzo a 4 piani. A causa delle esalazioni, 10 persone sono state ricoverate in ospedale, 8 di loro per intossicazione ed altri due per ustioni. Fra i feriti anche una persona disabile.
E in serata intorno alle 20:30 scatta un'altro alklarme incendio per i vigili del fuoco: ancora fiamme in un condominio, sempre a causa di un elettrodomestico, a Pontassieve (FI) in via Parigi. Quattro anziani, che si erano ritrovati per una una cena natalizia, sono rimasti intossicati e portati al pronto soccorso con codice giallo all'ospedale di Ponte a Niccheri. Tre di loro sono stati dimessi nel corso della notte, mentro uno degli anziani è rimasta in osservazione. Pare che all'origine delle fiamme vi sia, come nel caso del condominio di Ponsacco, di un guasto elettrico, probabilmente un cortocircuito ad un apparecchio.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »