energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Naufragio Concordia: i pm chiedono di rivedere la sentenza Cronaca

Grosseto – La pena dovrebbe essere commisurata alla gravità del reato. Questo il principio sulla base del quale la Procura di Grosseto ha presentato ricorso in appello contro la sentenza che ha condannato Francesco Schettino, l’ex capitano della Costa Concordia, a 16 anni di reclusione per il naufragio dell’isola del Giglio del 13 gennaio 2012.

I pubblici ministero Maria Navarro, Stefano Pizza e Alessandro Leopizzi non ritengono congrua la pena inflitta all’ex comandante, comminata dalla corte maremmana con la sentenza dell’11 febbraio 2015.

Anche alcune parti civili hanno presentato ricorso in appello. Per i pm maremmani alla “responsabilità titanica” di Schettino non è stata corrisposta “una pena esemplare”, come invece avrebbe dovuto.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »