energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Naufragio del Giglio, possibili nuovi indagati tra il personale Costa Crociere Cronaca

Prosegue l'inchiesta dei pm della Procura di Grosseto sul naufragio del Giglio del 13 gennaio, e nei suoi sviluppi potrebbero esserci nuovi indagati, secondo fonti investigative, tra il personale di terra della società armatrice Costa Crocere e tra gli ufficiali presenti in plancia di comando della nave la tragica sera del naufragio.  Le recenti acquisizioni degli inquirenti hanno consentito di accertare che subito dopo l'incidente dalla plancia della nave partirono telefonate non solo verso  Roberto Ferrarini, il capo dell'Unità di crisi, come inzialmente emerso, ma anche verso altri manager della Costa Crociere. Nel complesso si parla  addirittura di centinaia di telefonate. Attualmente sono indagati il comandante Francesco Schettino, agli arresti domiciliari, con le accuse di omicidio plurimo colposo, naufragio e abbandono nave, e il primo ufficiale di coperta Ciro Ambrosio accusato di omicidio plurimo colposo.
La Procura di Grosseto è inoltre impegnata nell'accertare l'attendibilità del video girato in plancia di comando della nave poco nell'arco di tempo tra l'impatto della nave con gli scogli delle Scole e la dichiarazione di abbandono nave, e pubblicato in esclusiva dal TG5. I dubbi degli inquirenti, messi a fuoco dopo la testimonianza resa ieri dal cartografo Simone Canessa, anch'egli in plancia la sera del 13 gennaio, sono sorti per uno scollamento temporale tra i tempi dei fatti come ricostruiti ad oggi con le tesimonanze acquisite ed i tempi registrati nel filmato per gli stessi fatti. Alcuni momenti girati sulla plancia non corrisponderebbero alle testimonianze dei numerosi ufficiali presenti in plancia raccolte dagli investigatori nelle settimane scorse. Gli  inquirenti ascolteranno a breve la persona dell'equipaggio che ha ripreso le scene della plancia, come il quattordicesimo testimone di quello che accadde la notte del 13 gennaio.
Domani la Procura deciderà, nel corso di un vertice tra gli inquirenti,  se impugnare in Cassazione la decisione del Tribunale del Riesame di Firenze del 7 febbraio che ha confermato gli arresti domiciliari del comandante Schettino.  "Abbiamo letto le motivazioni del Riesame – ha detto il procuratore capo Francesco Verusio –  e per molti versi non ci convincono, domani decideremo con i colleghi se impugnare il provvedimento in Cassazione. Io penso che vada fatto" (notizia collegata 14 febbraio Naufragio Giglio, secondo il Riesame "intercettazioni Schettino non utilizzabili nelle indagini").

Concerto  con le Corali grossetane per ricordare la tragedia del Giglio
Il trigesimo della tragedia dell'Isola del Giglio sarà celebrato, con ingresso gratuito, domenica 19 febbraio alle 21 nella Cattedrale di S. Lorenzo in Grosseto: Requiem Kv626 di Mozart con la Corale Giacomo Puccini di Grosseto, insieme al Coro dell'Isola del Giglio e alla Corale Ager Cosanus di Orbetello, diretti dal maestro Giovanni Segato. Agli strumneti l'orchestra sinfonica Città di Grosseto, diretta nella circostanza dal maestro Francesco Iannitti Piromallo. Coristi, musicisti e tutti gli altri professionisti sono impegnati nella celebrazione a titolo completamente gratuito.

Svuotamento dei primi sei serbatoi  verso la conclusione
Prosegue senza problemi lo svuotamento dei primi sei serbatoi della Costa Concordia. Alle 10 di questa mattina sono stati gia' svuotati 600 metri cubi di carburante dai primi tre serbatoi. Il pompaggio prosegue ad un ritmo di 240 metri cubi al giorno (10 metri cubi all'ora). Entro cinque-sei giorni, secondo le previsioni dei tecnici Smit-Neri, condizioni meteo-marine permettendo, le operazioni saranno terminate.

Il sopralluogo della Commissione Ambiente del Consiglio regionale
Soddisfatti e fiduciosi per il futuro sono i consiglieri regionali della "Commissione Ambiente e territorio" del Consiglio regionale che hanno effettuato oggi un sopralluogo all'Isola del Giglio per assistere al defueling del relitto della Concordia ed acquisire informazioni precise e aggiornate sulle operazioni e gli interventi  in corso. ''Le informazioni di cui siamo entrati in possesso sono confortanti, la macchina della Protezione civile partita dal basso – ha detto Vincenzo Ceccarelli, presidente della Commissione – è un modello che ha funzionato e sta funzionando''.
Fondamentale anche per Ceccarelli che il piano di rimozione della nave che  Costa Crociere presenterà entro marzo, si prefigga tre obiettivi strategici:  messa in sicurezza della nave, minimizzazione dell'impatto ambientale, compatibilità (riferita in particolare ai tempi di esecuzione della rimozione) con la stagione turistica. Queste sono le condizioni – ha precisato Ceccarelli – che ci consentono di guardare con una certa speranza alla prossima stagione turistica che può e deve essere salvata''.

14 febbraio Concordia, sopralluogo di consiglieri regionali per l’emergenza ambientale
14 febbraio Naufragio Concordia, nuove denunce dai passeggeri degli Usa
13 febbraio Svuotato il primo serbatoio della Costa Concordia
13 febbraio Prosegue il monitoraggio degli specialisti dell’Università di Firenze sulla Costa Concordia
12 febbraio Inziato il defueling della Costa Concordia
12 febbraio Celebrata a Roma la messa per le vittime del naufragio del Giglio
11 febbraio Naufragio Giglio: Domnica Cemortan ha ammesso la sua presenza in plancia
11 febbraio Video dalla plancia della Concordia mandato in onda dal Tg5
10 febbraio Nevica al Giglio: tutte ferme le operazioni sulla Concordia
10 febbraio Concordia, il cappellano racconta i retroscena
10 febbraio Naufragio Concordia: nuovo maxi-risarcimento richiesto dagli Usa
9 febbraio Concordia, riprese le operazioni defueling
8 febbraio Presto decreto rotte-sicure. Rimozione Concordia, Clini: “Costa Crociere deve fare presto
8 febbraio Defueling Concordia, ripresa delle operazioni in serata. Gabrielli incontra i gigliesi
7 febbraio Naufragio Concordia, confermati gli arresti domiciliari di Schettino
7 febbraio Concordia, defueling ancora fermo. La Cemortan irrilevante nell’esito del riesame
6 febbraio Comandante Schettino, verdetto “arresto o libertà” entro il 9 febbraio
6 febbraio Comandante della Concordia, al riesame del Tribunale l’ordinanza del gip
 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »