energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Naufragio Giglio: nessuna preoccupazione per l’ambiente Ambiente, Cronaca

Dopo le preoccupazioni espresse da Codacons e Greenpeace a seguito dei sopralluoghi di ieri, venerdì 3 agosto, sulla parte sommersa della Costa Concordia, la Protezione Civile ha diramato un comunicato stampa nel quale si spiega che non sono state rilevate anomalie ambientali nelle acque dell’isola del Giglio. L’Università “La Sapienza” di Roma (incaricata degli esami ambientali dal consorzio italo-americano composto da Titan Salvage e Micoperi, al quale è stato affidato il recupero del relitto) e l’Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana (Arpat) non hanno finora rilevato valori oltre i livelli di allarme o la presenza di sostanze inquinanti nei pressi della Concordia, che giace distesa sulle secche della Gabbianara. L’Osservatorio di monitoraggio, insediatosi all’isola del Giglio il 14 giugno e riunitosi nella giornata di ieri per fare il punto sulla situazione, ha spiegato che al momento l’attenzione è concentrata su due aspetti fondamentali: la tutela dell’ambiente durante le operazioni di rimozione del relitto e la messa a punto di un piano d’emergenza nel caso in cui dovessero verificarsi delle criticità non calcolate dalle società incaricate del recupero della Concordia.


Foto: http://www.protezionecivile.gov.it

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »