energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Naufragio Giglio: tutti recuperati i 5 corpi individuati il 22 marzo Cronaca

La Protezione Civile, con un comunicato apparso in tarda serata, ha comunicato ufficialmente che tutti e cinque i corpi individuati lo scorso 22 marzo nella zona di poppa del relitto ed in corrispondenza del Ponte 3, sono stati recuperati. Nella mattinata di oggi, 26 marzo, i nuclei subacquei avevano recuperato due corpi. Nel primo pomeriggio , poi, hanno portato in superficie altri due dei cadaveri individuati lo scorso giovedì nelle intercapedini fra il relitto ed il fondale. Sul finire del giorno, infine, è stato recuperato anche il quinti ed ultimo corpo che i sommozzatori avevano scovato grazie all’utilizzo del robot Rov. Lo stesso apparecchio elettronico subacqueo verrà impiegato, nei prossimi giorni, per continuare la ricerca degli ultimi due corpi ancora dispersi. Per le operazioni di recupero delle salme, coordinate dall’ammiraglio della Capitaneria di Porto grossetana, Ilarione Dell’Anna, sono stati impiegato nella giornata di oggi 15 mezzi navali e 34 sommozzatori del Gos della Marina Militare (12 unità), della Capitaneria di Porto (10 unità), dei Vigili del Fuoco (8 unità) e della Polizia di Stato (4 unità).


Costa Crociere non accusa nessuna flessione nonostante l’incidente del Giglio
E’ quanto emerso oggi, 26 marzo, dall’assemblea di Costa Crociere, che ha approvato il bilancio 2011. Pierluigi Foschi, presidente ed amministratore delegato della compagnia di navigazione genovese, ha spiegato che il 2012 sarà un anno difficile a causa della crisi economica e del naufragio della Concordia nelle acque del Giglio, ma che la compagnia ha comunque tenuto. Nonostante il naufragio del 13 gennaio e l’incendio della Costa Allegra, le prenotazioni per le crociere di Pasqua avrebbero superato quelle della Pasqua del 2011. Grazie ad un incremento del 7,2% dei passeggeri rispetto al 2010 (da quasi 17.000.000 ad oltre 18.000.000), il 2011 ha fatto segnare per Costa Crociere un fatturato di 3,6 miliardi di euro (+ 9,6% rispetto all’anno precedente). A seguito del naufragio del Giglio le prenotazioni erano crollate, ma al momento sarebbero in netta ripresa. Grazie al segno positivo nei propri conti finanziari, Costa Crociere farà entrare in servizio, fra aprile e maggio, le sue due nuove navi: la Costa Fascinosa e la Aidamar. Una buona notizia, se non altro, per i lavoratori della compagnia di navigazione genovese che, senza nessuna colpa, rischiano il loro impiego per la follia del 13 gennaio.

Notizia collegata: Relitto Concordia, recuperati due corpi tra lo scafo e il fondale

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »