energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Nebbia al Giambellino Rubriche

ora si rapprendevano, poi via via più densa, crudele e aggressiva, fin dalle prime ore della mattina la nebbia aveva preso a fasciare gli ultimi casamenti, grandi, tetri e uguali e, tra casamento e casamento, le strade, le case più modeste, i segnali di fermata del tram, le insegne al neon dei caffè e dei negozi, i muri corrosi dal salnitro, i capannoni, gli orti, le siepi, le cascine e i sentieri che da quell'ultima parte della città davano nella prima parte della campagna; continuando a salire, verso mezzogiorno s'era incontrata con quella che aveva preso a calare da oltre i camini, i tetti e le grondaie; poi, lentamente, come se l'andasse abbracciando, vi s'era confusa; e, infine, aveva coperto dentro di sé ogni cosa: dai marciapiedi alle antenne rade e solitarie delle televisioni, dalle foglie e dai rifiuti dei mercati, che s'erano ammassati ai bordi dei marciapiedi e vi marcivano in silenzio, ai grovigli dei fili.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »