energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Negoziante dell’Isolotto e polizia incastrano due ladri napoletani Cronaca

Negli scorsi due giorni la polizia fiorentina ha messo a segno una serie di arresti e denunce per le più svariate forme di reato. Nella mattina di venerdì 30 marzo un trentottenne fiorentino è stato denunciato per danneggiamento aggravato di autovettura e detenzione abusiva di armi. Dopo aver forato tutte e quattro le ruote di un fuoristrada parcheggiato in via Panciatichi, il trentottenne è stato raggiunto dagli agenti delle volanti nella sua abitazione. Qui i poliziotti hanno trovato l’arma utilizzata per bucare i pneumatici del suv, nonché altri 4 pugnali e 3 coltelli a serramanico. Tutte le armi sono state sequestrate. Nel pomeriggio, poi, sono finiti in manette un ventisettenne marocchino che aveva tentato di rubare 144 euro di merce in un supermercato di via Cimabue ed una trentacinquenne ucraina che aveva tentato di uscire con alcuni prodotti rubati da un centro commerciale di via Carlo del Prete. Nel primo caso il ladro ha anche tentato di fuggire colpendo uno dei vigilanti, ma ha perso nella fretta la borsa con i documenti, e quando è tornato indietro per riprenderla, è stato bloccato dal personale di vigilanza. La trentacinquenne, invece, non ha reagito all’arresto ma, irregolare in Italia e con precedenti di furto, è stata comunque condotta in Questura. Nella serata di venerdì, infine, altre 12 persone fermate dalle volanti nel centro storico di Firenze sono state denunciate per violazione degli obblighi sul soggiorno, mentre sono stati arrestati per spaccio di stupefacenti tre tunisini che si aggiravano in piazza Santo Spirito ed un quarantenne nigeriano fermato in via Pagnini con in tasca 20 grammi di hashish. Nel pomeriggio di ieri, 31 marzo, si è segnalato un altro furto in un centro commerciale. Stavolta gli agenti delle volanti sono però riusciti a catturare solo uno dei ladri. Si tratta di un quarantunenne romeno che, assieme ad una donna, stava tentando di uscire dal supermercato con oltre 1.700 euro di merce. Per nasconderla, aveva stipato gli articoli di valore sul fondo del carrello, coprendoli con voluminosi pacchi di carta igienica. Uscendo dalle casse salva tempo, però, è stato fermato dalla vigilanza mentre la sua complice se la dava a gambe levate. Dovranno infine rispondere dell’accusa di ricettazione di documenti di identità falsificati finalizzato alla truffa e dichiarazione di false generalità a pubblico ufficiale, due napoletani di 37 e 52 anni che ieri pomeriggio sono stati bloccati dagli agenti delle volanti dopo una serie di raggiri nei confronti di negozi di telefonia di Parma, Pistoia, Viareggio e Firenze. La loro strategia per accaparrarsi senza pagare Iphone e televisori era di utilizzare falsi documenti per ottenere finanziamenti per acquistare gli oggetti di elettronica. Con patenti, codici fiscali e buste paga fasulle, il cinquantaduenne chiedeva un finanziamento per acquistare l’oggetto dei desideri, mentre il trentasettenne faceva il palo fuori dai negozi. Qualcosa è andato storto per la coppia di ladri partenopei, quando un negoziante dell’Isolotto, insospettito dai documenti, ha contattato la polizia. Gli agenti in borghese presenti ieri nel negozio hanno arrestato in flagrante i due malviventi.

Foto: http://www.poliziadistato.it 
 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »