energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Nel 2012 niente ticket per disoccupati, cassintegrati e lavoratori in mobilità STAMP - Salute

“Il perdurare della crisi economica – ha ricordato l’assessore regionale al Diritto alla salute, Daniela Scaramuccia – fa aumentare ancora la disoccupazione ed il ricorso a cassa integrazione e mobilità. Anche per questo abbiamo voluto proseguire con le azioni di sostegno in favore delle fasce più deboli della popolazione che, a causa della crisi, manifestano una maggiore difficoltà  nell’accesso alle cure, in particolare le prestazioni specialistiche ambulatoriali. Vogliamo che il diritto alla salute resti effettivamente un diritto di tutti”. La Regione Toscana, con una delibera della Giunta regionale, ha stabilito infatti nell’ultima seduta del 2011 che, anche per il 2012, saranno esentati dal pagamento del ticket sanitario i disoccupati, i cassintegrati, i lavoratori in mobilità ed i loro familiari a carico. Coloro che hanno perso il lavoro a partire dal 1° gennaio del 2009, sono stati collocati in cassa integrazione oppure sono stati collocati in mobilità, potranno, cioè, non pagare le prestazioni sanitarie per visite specialistiche ambulatoriali. Per ottenere l’esenzione dal pagamento del ticket, queste tre categorie di cittadini toscani dovranno presentare un’autocertificazione nella quale siano specificati i requisiti necessari per l’esenzione, ossia la dichiarazione di immediata disponibilità rilasciata dal Centro per l’impiego ed eventuali iscrizione nelle liste di mobilità. Non sono tenuti al pagamento del ticket sanitario nemmeno i familiari a carico delle suddette categorie, ossia coloro che compongono il nucleo familiare ma non sono fiscalmente indipendenti dal lavoratore disoccupato, cassintegrato o in mobilità.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »