energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Nel giorno del voto una firma per diffondere la lettura Società

Saranno più di 500 le librerie – indipendenti e di catena (Feltrinelli, Giunti al punto, Ubik, Ibs e Coop) – che apriranno domenica 24 febbraio: il giorno delle elezioni, i lettori e i cittadini, prima di andare a votare o dopo, potranno recarsi in libreria e leggere, informarsi e eventualmente firmare il documento in 5 punti sulla promozione della lettura promosso dall’Associazione Forum del libro e presentato, insieme a una lettera aperta, a tutti i candidati e alle candidate alle prossime elezioni.

L'iniziativa nazionale e/leggiamo ha visto a Firenze l'adesione de I Libristi, l'associazione di giornalisti-scrittori toscani. Domani 24 febbraio le firme a Firenze saranno raccolte per tutta la giornata anche presso la Libreria IBS in Via Cerretani 16r, dove dalle 11.00 alle 12.00  I libristi incontreranno alcuni editori e autori per discutere delle problematiche legate al libro e alla lettura. Il dibattito “Autori e editori a confronto” condotto da Marcello Lazzerini vicepresidente dell’associazione vedrà la partecipazione degli editori: Antonio Pagliai, Roberta Capanni di Romano Editore, Tommaso Gurrieri di Edizioni Clichy, eFFe, gli scrittori Vanni Santoni, Giuseppe Previti di Giallo Pistoia, Giovanni Agnoloni della redazione di www.postpopuli.it, Valerio Nardoni, Giuseppe Panella critico letterario e docente alla Scuola Normale di Pisa, i Libristi Stefania Valbonesi, Antonella Bracaloni, Sebastiana Gangemi. L'invito a partecipare è rivolto a tutti coloro che sono interessati alla promozione del libro, insegnanti, librari, bibliotecari, lettori. Per chi volesse firmare l'appello on line può collegarsi al sito www.forumdelibro.org.

Il documento, presentato a Roma la scorsa settimana, ha già raccolto oltre 4000 firme. Tra i primi firmatari ci sono stati Andrea Camilleri, Paolo Fresu, Tullio De Mauro, don Luigi Ciotti, Toni Servillo, Umberto Eco, Carlo De Benedetti, Piergaetano Marchetti, Margherita Hack, Andrea Carandini, Stefano Rodotà, Alberto Meomartini, Salvatore Settis, Roberto Saviano, Dacia Maraini, Giuseppe Tornatore, Susanna Camusso, Carlo Petrini, Silvia Avallone, Pietro Mennea, Luciano Canfora, Marco Mancini, Fiorella Mannoia… oltre a tanti insegnanti, librai, bibliotecari e lettori.
«Non c’è giornata migliore di quella delle elezioni per sottoporre ai candidati i punti chiave di una legge che promuova il libro e la lettura partendo dalla scuola, dalle librerie, dalle biblioteche e per costruire in modo partecipato un movimento per la promozione del libro», ha dichiarato Giovanni Solimine, presidente del Forum del libro.
 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »