energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Nella Provincia di Pisa il 5,5% dei residenti è impegnato nella ricerca STAMP - Università

Uno studio dell’Università di Bari ha confermato la leadership di Pisa negli investimenti in ricerca. Rispetto al pil (prodotto interno lordo) del territorio, la Provincia di Pisa si pone infatti al primo posto in Italia per l’incidenza delle spese per la ricerca. Se la media europea è dell’1,9% e quella nazionale dell’1%, a Pisa l’indice si attesta al 3,5% e supera quelli registrati da Trieste (2,8%), Roma (2,6%), Torino (2,4%) e Bologna (2,1%). Merito, questo, delle circa 1.300 imprese del settore high-tech e delle 800 dell’Ict, che fatturano circa 80.000.000 di euro l’anno e danno lavoro a circa 7.000 addetti altamente specializzati. Ma merito, soprattutto, dei tre Atenei della città pisana. All’Università di Pisa nel 2011 sono stati 52.000 circa gli studenti, 775 i dottorandi, 6.785 i laureati, 586 i docenti (fra professori ordinari e associati), 628 i ricercatori e 161 le domande di brevetto. Numeri da capogiro per una ricerca italiana che stenta sempre di più. Alla Scuola Normale pisana, invece, sono 60 i docenti, 65 i ricercatori, 76 gli assegnisti, 186 gli allievi dei corsi di perfezionamento e 270 quelli dei corsi ordinari. Numeri importanti anche per la Scuola Superiore Sant’Anna: 103 fra docenti e ricercatori, 269 assegnisti, 75 brevetti depositati, 33 aziende di spin-off e 660 partner di ricerca. Il Cnr di San Cataldo, infine, completa il quadro della ricerca pisana con 123.000 metri quadrati realizzati nel 2000 che ne fanno la più importante sede decentrata del Consiglio nazionale delle ricerche. Tenuto conto anche delle attività dell’Infn (Istituto nazionale di fisica nucleare) e dei centri di ricerca di Enel ed Erickson, a Pisa operano circa 5.000 ricercatori pubblici su 20.000 lavoratori totali nell’ambito della conoscenza. Questo significa che il 5,5% dei residenti della Provincia di Pisa è impegnato nella ricerca.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »