energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Nell’Aretino Camera di commercio e banche liquidano in anticipo la cassa integrazione Economia

Continuano le visite sul territorio della commissione Emergenza occupazionale del Consiglio regionale della Toscana. Lunedì 26 marzo i rappresentanti della commissione incontreranno le categorie economiche e sociali presso la sede della Provincia di Massa Carrara, per discutere soprattutto della vertenza dei Nuovi Cantieri Apuania. Venerdì 30 marzo, invece, la commissione farà tappa a Livorno. Gli incontri massese e livornese saranno gli ultimi della serie di visite che ha giù interessato le province di Grosseto, Prato, Siena, Pisa, Pistoia e, ultima solo in ordine di tempo, Arezzo. L’incontro aretino si è svolto ieri, 23 marzo, presso la sede della Provincia. Durante il confronto fra rappresentanti delle istituzioni locali, categorie economiche e sociali ed i due rappresentanti della commissione regionale presenti, il presidente Paolo Marini (Fds-Verdi) e la vicepresidente Marina Staccioli (Gruppo Misto), è emerso che vi sono segnali positivi per quanto riguarda la vertenza Unoarre, mentre dal Governo sarebbe giunta alla Regione la rassicurazione che anche la vertenza Eutelia avrà a breve una conclusione con il ricorso alla cassa integrazione per i lavoratori del territorio aretino. Ai consiglieri regionali sono state espresse, dalle categorie economiche, alcune critiche per quanto concerne l’utilizzo degli ammortizzatori sociali, la lotta alla contraffazione, l’accesso al credito da parte delle aziende, le iniziative di Vetrina Toscana (che vuol garantire adeguata tutela per il made in Italy ma che non avrebbe risorse adeguate da parte della Regione), il progetto Giovanisì, la legge regionale sui tirocini e le normative sulla formazione. «Si è trattato di critiche costruttive», ha assicurato il consigliere Marina Staccioli, volte soprattutto a rimarcare i bisogni del territorio e che hanno messo in evidenza la difficoltà nel trasferimento delle competenze delle Province alla Regione nel campo dell’occupazione. Marini, invece, ha sottolineato la positiva iniziativa della Provincia di Arezzo per quel che riguarda la Camera di commercio e gli istituti di credito. « Nel caso di Arezzo – ha spiegato il presidente della commissione regionale – è interessante che l’iniziativa riguardi l’intero territorio. È un’esperienza che potremmo pensare senz’altro di replicare anche altrove». Grazie ad un accordo con la Camera di commercio e con le banche, infatti, nell’Aretino gli istituti di credito anticipano ai lavoratori l’erogazione della cassa integrazione ordinaria che lo Stato, invece, inizia a liquidare soltanto 8 mesi dopo la sua concessione.

Foto: http://www.bed-and-breakfast.it
 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »