energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Nelle scuole di Cascina arriva il menu della legalità Società

Venerdì prossimo, 14 dicembre 2012, nelle scuole d’infanzia, nelle scuole primarie e secondarie di primo grado del Comune di Cascina, il pranzo di bambini, alunni e studenti avrà il sapore della legalità. Il Comune di Cascina, in collaborazione con Gustolandia e l’associazione “Ora legale” di Pisa, ha deciso che il menù del giorno delle mense scolastiche sarà composto dai prodotti a marchio “Libera terra”, provenienti dalle cooperative che coltivano i terreni confiscati alle mafie.
«A spiegare il senso dell’iniziativa ai ragazzi saranno i volontari dell’associazione, gli operatori dell’Arci Ragazzi Valdera, alcuni genitori, il sindaco e la giunta di Cascina –dicono in una dichiarazione congiunta Silvia Innocenti e Fernando Mellea, assessori alla scuola e alla legalità- e la finalità è chiara: promuovere la cultura della legalità tra i più piccoli e offrire un’opportunità economica alle cooperative che, dal 1996 in poi, riutilizzano a fini sociali i patrimoni e le ricchezze di provenienza illecita per restituirli alla cittadinanza sotto forma di servizi, attività di promozione sociale e lavoro».
Il lavoro sui terreni confiscati ha portato alla produzione di olio, vino, pasta, taralli, legumi, conserve alimentari e altri prodotti biologici realizzati dalle cooperative di giovani in Sicilia, Calabria, Campania, Puglia e Lazio e contrassegnati dal marchio di qualità e legalità “Libera terra”. Ogni anno su questi terreni si svolgono i campi di volontariato internazionale con giovani provenienti da ogni parte del mondo.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »