energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Nell’Officina d’arte Artemisia mostra di pittori del Gruppo di Buti My Stamp

Sabato prossimo (7 ottobre) alle ore 17,30 a Buti nei locali di “Artemisia –L’officina d’arte” (Piazza Martiri della Libertà 9) Vernissage della mostra collettiva di Franco Marconcini, Lori Scarpellini e Gianfranco Tognarelli pittori del “ Gruppo di Buti” che si concluderà il 22 ottobre

“In un caldo pomeriggio di luglio” – ci dice Francesca Leporini Presidente di Artemisia-  Lori Scarpellini ci ascoltava mentre gli raccontavamo di tutte le iniziative che avevamo in mente di organizzare nel nostro futuro Centro d’arte. La domanda era come inaugurare la stagione delle mostre, dopo la prima esposizione che apriva le porte del nostro spazio espositivo. E quindi, quale idea migliore se non quella di dedicare le due settimane centrali di ottobre al “Gruppo di Buti”, nato nel  1980  come  sodalizio artistico  formato da Marcello Frosini, Franco Marconcini, Lori Scarpellini e Gianfranco Tognarelli. Leggendo meglio tutto il materiale esistente su questo gruppo di pittori e secondo le loro stesse testimonianze, ci siamo convinte sempre di più di quanto questo gruppo ci fosse vicino e somigliante “ .

Francesca Leporini sottolinea le intenzioni originarie di questo sodalizio, il piacere di fare pittura e di poterne parlare con altri fin dai primi anni ’60. e cita quanto ha scritto il critico d’arte Nicola Micieli in una sua prefazione: “un sodalizio ove conta, sopra ogni altro intendimento d’ordine estetico e di tendenza o utilitaristico nel senso della promozione mercantile, il piacere di fare pittura e di poterne parlare con altri che hanno lo stesso intendimento”.

Il comunicato di Artemisia ricorda    che “Il Gruppo di Buti”  negli anni ’80  intensificò  gli incontri e le uscite per dipingere dal vero nelle colline pisane. Un esordio di stampo naturalistico, ma la natura era solo un pretesto per confrontarsi, consigliarsi reciprocamente, colloquiare e mettersi alla prova in orizzonti artistici più vasti.

Oltre alla produzione pittorica personale, gli artisti hanno ideato con Nicola Micieli un’interessante “Rassegna d’arte” per il Comune di Buti: dal 1982 al 2000, in occasione di ogni Rassegna, venivano invitati tre o quattro artisti italiani e stranieri con l’impegno di donare una loro opera per la futura Pinacoteca Comunale. Attualmente le 83 opere donate sono visibili negli spazi dell’edificio comunale.

Importante l’incontro con il Maestro Anton Luigi Gajoni, a San Miniato , che vissuto a Parigi dal 1928 al 1940, aveva fatto parte della cosiddetta Scuola di Parigi, insieme a De Chirico, Savinio, Severini, Campigli, Tozzi, Modigliani, personaggi mitici delle avanguardie.

Dalle conversazioni a San Miniato e dall’osservazione delle opere di Gajoni, il Gruppo traeva spunti di riflessione e suggerimenti artistici.

Gli stili dei quattro pittori dunque evolvono, le peculiarità si fanno sempre più forti in ognuno di loro.  Negli ultimi decenni, il Gruppo si è sviluppato ancora di più, ognuno dei quattro artisti ha sviluppato uno stile proprio, talvolta audace e inaspettato. Un qualcosa però è rimasto inalterato, ossia il loro intendimento di partenza, il piacere di fare arte.

La mostra rimarrà aperta dal 7 al 22 ottobre. Orari di apertura: da lunedì al venerdì ore 17,00 19,30 ;   sabato e domenica ore 10,00  12,30 – 17,00  19,30

Nella foto:    inaugurazione di  Artemisia -Officina d’arte

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »