energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Netanhyau incontra Renzi a Firenze, visita blindata Politica

Firenze – Quando domani pomeriggio  il premier israeliano Benjamin Netanhyau atterrerà a Firenze, troverà a riceverlo il presidente dello scalo Marco Carrai insieme al sindaco Dario Nardella in fascia tricolore. Si compirà così l’evento pronosticato dallo stesso Renzi in veste di regista quando un mese fa, nel corso della sua visita in Israele, aveva invitato il premier a “rendere” la visita, non solo all’Expo (dove d’altro canto Netanhyau si recherà oggi) ma anche a Firenze. E Firenze sarà: 48 ore di incontri per lo più privati, una “fermata” alla sinagoga di Viale Farini, senza incontri pubblici però: infatti, la presidente della comunità ebraica  ha in mano una lista con pochi, selezionatissimi nomi che incontreranno il capo del governo israeliano. Top secret anche per quanto  riguarda gli incontri privati, che potrebbero tenersi direttamente nell’albergo dove si fermerà Netanhyau, anche questo coperto da segreto. Blindata, blindatissima dunque la visita del premier israeliano, tant’è vero che oggi, in questura, è previsto un incontro per la sicurezza con esponenti del Mossad. E stasera a Palazzo Vecchio, incontro ravvicinato col premier italiano Matteo Renzi. Sembra senza cena comune.

Del resto, che le relazioni Italia-Israele stiano conoscendo un periodo proficuo, è oramai noto. Tant’è vero che lo stesso Marco Carrai, per molti eminenza grigia del premier italiano, non solo è stato uno degli sponsor più convinti della visita di Netanhyau, ma è egli stesso molto presente a Tel Aviv. Non solo: ci sono anche numerosi legami economici e commerciali fra aziende fiorentine e israeliane.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »