energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Neuroscienze: giovane studentessa della Scuola IMT premiata a Singapore Innovazione, STAMP - Università

Lucca – Lo studio sulle basi cerebrali della risposta emotiva e comportamentale nell’uomo condotto da una studentessa del dottorato della Scuola IMT Alti Studi Lucca è stato selezionato tra i migliori di oltre 2000 contributi alla conferenza mondiale della Organization for Human Brain Mapping che si è tenuta a Singapore dal 16 al 21 giugno.

Giada Lettieri, psicologa allieva del secondo anno del corso di Dottorato in Neuroscienze Cognitive, Computazionali e Sociali alla Scuola IMT è salita sul palco per presentare i risultati di una ricerca innovativa multidisciplinare su cosa accade nel nostro cervello durante la percezione e l’esperienza di diverse emozioni. La giovane allieva ha utilizzato un metodo innovativo che ha permesso di esaminare il fitto dialogo tra diverse strutture cerebrali mentre nasce un’emozione.

«La vera novità dello studio è l’impiego di un approccio ecologico, vale a dire la possibilità di studiare le emozioni in maniera più naturale, in tempo reale mentre l’individuo le esperisce – spiega il dott. Luca Cecchetti, ricercatore della Scuola – Questo approccio permette di cogliere anche diversi livelli di intensità delle emozioni, come felicità o paura, che presentano molte sfumature. Ovviamente questo potrà meglio favorire la descrizione di come il nostro cervello elabora queste emozioni, non solo in condizioni normali ma soprattutto in presenza di disturbi mentali».

Il congresso di Singapore si è chiuso con un passaggio di consegne a Roma, dove si svolgerà il prossimo incontro annuale dell’Organizzazione, sotto la presidenza dal professor Pietro Pietrini, Direttore della Scuola IMT, e del professor Emiliano Ricciardi, associato di psicologia sperimentale alla Scuola IMT, a riconoscimento del ruolo internazionale che l’istituzione lucchese riveste nell’ambito delle neuroscienze. Al Congresso di Roma, che si svolgerà nel giugno del 2019, si prevede l’affluenza di circa 4000 studiosi da tutto il mondo, esperti nello studio delle funzioni cerebrali.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »