energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Nibali re del tour, grande festa anche in Toscana Sport

Firenze – Parigi questo pomeriggio ha incoronato Vincenzo Nibali dominatore del Tour de France. Il ciclismo italiano è tornato così, dopo 16 anni quando trionfò Marco Pantani, a vincere la corsa a tappe più importante del mondo. E prima ancora avevano trionfato Bottecchia, Coppi, Bartali, Nencini e Gimondi.

Festa a Parigi ai Campi Elisi con il campione in maglia gialla al centro delle attenzioni di tutto il mondo dello sport; festa a Mastromarco di Pistoia la cittadina nella quale Nibali sedicenne, arrivato dalla Sicilia, è cresciuto come corridore ed ha vissuto fino a qualche anno fa. Festa a Messina la sua città natale e nella quale vivono papà Salvatore e mamma Giovanna, oggi però a Parigi, ed i suoi primi tifosi che definirono Nibali “lo squalo dello stretto”; festa pure a Lugano la nuova sede, con la moglie Rachele e la piccola figlia Emma, del vincitore del Tour. E festa pure in Kazakistan visto che il vincitore è il capitano della Astana, squadra di quella nazione.

L’ultima tappa, secondo tradizione si è trattato di un trasferimento dalla partenza all’arrivo. Unica emozione la volata a Parigi sui Campi Elisi vinta in volata dal tedesco Marcel Kittel che ha conquistato così il suo quarto successo in questo Tour. In quella volata primo degli italiano è stato il toscano Alessandro Petacchi ottavo seguito dall’aretino Daniele Bennati undicesimo.

—————————-

GIRO DELLA TOSCANA – Parlano straniero le due corse professionisti disputate in Toscana. Sabato a Larciano di Pistoia nel GP. Industria ed Artigianato ha prevalso l’inglese Adam Yates; questo pomeriggio nel Giro della Toscana – partenza da Empoli ed arrivo ad Arezzo – successo dell’olandese Pieter Weening.

Ma in questo 87° Giro della Toscana il bilancio dei professionisti italiani è stato ancora più negativo. Infatti se a Larciano dietro al vincitore si sono piazzati due giovani e promettenti italiani cioè Davide Formolo e Francesco Manuel Bongiorno di Fucecchio, oggi sul podio del Giro della Toscana con il vincitore olandese sono saliti il belga Jerome Baugnies (quarto a Larciano) ed i russo Roman Maikin.

Inoltre se a Larciano ha dominato il 22enne Yates, cioè un corridore emergente quindi risultato accettabile, ad Arezzo si è presentato vittorioso sul traguardo di Viale Giotto il quasi 34enne olandese Weening il cui ultimo successo è stato il Giro della Polonia nel 2013.

Come era prevedibile l’azione decisiva si è avuta sul circuito finale che andava ripetuto sei volte con al centro l’impennata dello Stoppa d’Arca. Su quella rampa si è avvantaggiato un gruppetto dal quale nelle battute finali è venuto avanti da solo Weening.

————————

 DILETTANTI – Positiva prestazione dei dilettanti toscani nel Trofeo Tosco-Umbro disputato a Lippiano di Perugia. Ha vinto l’ucraino Marlen Zmorka, ma ben sei tra i primi dieci classificati sono della nostra regione. Su tutti Omar Asti della Ciclistica Maltinti di Empoli secondo arrivato, ma vero protagonista nel finale della corsa. Rimasto solo al comando veniva raggiunto e superato da Zmorka solo in vista di Lippiano.

A completare la bella prova della squadra empolese il decimo posto di Pierpaolo Ficara. Stesso apprezzamento per il GS. Mastromarco di Pistoia (il sodalizio che ha cresciuto e lanciato Vincenzo Nibali e che oggi è in festa per il successo del campione al Tour) altra società che ha piazzato due uomini : Stefano Verona sesto e Antonio Zullo nono. Al quarto posto Dario Mantelli della Ciclistica Malmantile sempre presente nelle corse importanti. Infine Adriano Brogi, quinto nell’ordine d’arrivo, un “pupillo” di Franco Chioccioli direttore sportivo della “Futura Team” di Pian di Scò (Arezzo) che questo pomeriggio si è piazzato terzo in una corsa a Teramo.

—————–

JUNIORES – Un ordine d’arrivo di prestigio quello del  20° GP. Claudio Cecconi disputato questo pomeriggio a La Stella di Vinci. Tutti corridori di primo piano al vertice di una gara combattuta, brillante. Ha vinto Tommaso Fiaschi del GS. Stabbia Ciclismo esponente di spicco tra gli juniores italiani. E questa corsa gli ha offerto la possibilità di confermare anche le sue doti di velocista.

Al secondo posto l’azzurro Gabriele Giannelli del GS. Romagnano Massa che sta disputando una stagione davvero brillante; al terzo Yuri Colonna, altro azzurro, altra pedina di riguardo. Anche gli altri che seguono nell’ordine d’arrivo sono corridori che troviamo sempre tra i protagonisti delle corse. Quarto Lorenzo Vallarino (GS. Cipriani e Gestri Prato); quinto Pierpaolo Carrubba (Pontremoli-Cinquale); sesto Samuele Luppichini (Pol. Monsummanese): settimo Francesco Salamone (Cinquale); ottavo Nicolas Nesi (Romagnano).

—————————

ALLIEVI – Nel 22° Trofeo Vescovi disputato a La Stella di Vinci successo, grazie ad una imperiosa volata, del veneto Leonardo Marchiori (per lui seconda vittoria in Toscana). Comunque l’US. Fosco Bessi di Calenzano merita un voto altissimo visto che ha messo ben tre corridori tra i primi sette all’arrivo.

Secondo Niccolò Ferri, un ragazzo da seguire con fiducia che oggi ha conquistato il titolo di campione della provincia di Firenze; quinto Daniele Lucherini e settimo Manuel Allori. Non è la prima volta che il sodalizio di Calenzano domina nella classifica per società a conferma della solidità delle sue squadre.

Una nota di merito per Alessandro Bivone del Team Valdinievole, un ragazzo con notevoli qualità; e per il GS. Pozzarello che ha piazzato Antonio Ruvolo e Yari Botti rispettivamente sesto e decimo.

————————–

IL PREMIO GIGLIO D’ORO è una delle iniziative più significative in campo ciclistico in Toscana. La cerimonia per la consegna di questo ambito riconoscimento, giunto alla 41° edizione, si terrà a metà novembre a Ponticino di Calenzano alla presenza di oltre un centinaio di ospiti. E’ il premio destinato, ogni anno, al corridore italiano più bravo. In questo 2014 il “Giglio d’Oro 2014” andrà a Vincenzo Nibali dominatore del Tour de France.

Il consiglio direttivo formato dagli ex corridori Andrea Tafi, Roberto Poggiali e Fabrizio Fabbri; i giornalisti Franco Calamai, Antonio Mannori, Alessandro Fiesoli e Francesco Pancani e lo sponsor Saverio Carmagnini, si è riunito ed ha chiamato a farne parte il commissario tecnico del ciclismo italiano Davide Cassani che, presente alla riunione, si è dichiarato felice della decisione.

In quella seduta è stata anche presentata la “Granfondo Alfredo Martini” per amatori in programma a Calenzano il 14 settembre. L’evento, che vedrà al via anche ex campioni come Chiappucci e Francesco Moser, è articolato su tre percorsi tutti sulle strade del Mugello : breve di km. 51; medio di km. 83; lungo di km. 138.

—————————

MEETING IRIDATO AMATORI UISP – E’ il terzo anno che questo atteso appuntamento si svolge in Toscana. L’edizione 2104 è stata presentata a Cascina Terme alla presenza di numerosi esponenti dello sport e della politica.

Questo meeting è in programma a Pontedera nel prossimo settembre. Giovedi 11 in notturna la prova a cronometro; sabato 13 e domenica 14 le altre prove.

La corsa su strada si svolgerà su un circuito di 33 chilometri “disegnato” su strade dei comuni di Casciana Terme, Lari, Crespina, Ponsacco e Pontedera città nella quale sarà fissato il traguardo. Una curiosità : Ponsacco da moltissimi anni organizza la Coppa del Mobilio per dilettanti ed è stata questa l’ultima corsa vinta da Vincenzo Nibali nel ciclismo minore.

——————

foto: www.theguardian.com

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »