energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Notre-Dame in fiamme, Firenze pronta tende la mano Breaking news, Cronaca

Firenze – Notre-Dame brucia, Firenze non può stare con le mani in mano. Così, le parole del sindaco Dario Nardella in un post su Fb diventano il sentire comune della città, di tutti coloro che guardano inorriditi al “day after” di questa terribile vicenda che si è consumata ieri sera e che ha visto il crollo di un simbolo di Parigi, quella guglia divorata da fiamme indomabili.

“Immagini che spezzano il cuore”, ha scritto il sindaco, e gli fa eco la voce di quei fiorentini che commentavano stamattina al bar la tragedia: “Che ci pensi, se succedesse da noi?….” E un brivido corre per la schiena. Perché quello a cui si è assistito ieri notte, pressoché in diretta, se da un lato ha visto la distruzione di uno dei più cari tesori dell’animo europeo, dall’altro ha anche dimostrato l’impotenza, almeno nelle prime ore del fatto, e l’eroismo dei vigili del fuoco francesi. Uno dei quali, lo ricordiamo, giace in gravi condizioni.

E Firenze? Spalanca le braccia. “Come città di Firenze abbiamo deciso di organizzare nelle prossime settimane un piano di coinvolgimento volontario di artigiani, restauratori, architetti fiorentini per dare il nostro apporto”, dice il sindaco. Non solo: si augura anche che la ricostruzione sia veloce, e che dia l’immagine viva di come l’Occidente si unisce per recuperare le proprie memorie storiche, pilastri del futuro.

Da parte sua l’Opera di Santa Maria del Fiore a Firenze esprime la propria vicinanza e solidarietà alla Cattedrale di Notre-Dame “per il terribile incendio che ha devastato l’edificio simbolo della Cristianità in Francia e nel mondo, patrimonio dell’Umanità”: “Siamo pronti – afferma un comunicato – a offrire il nostro sostegno con l’esperienza maturata con la Cattedrale di Firenze e i suoi monumenti”.

Foto: pagina Facebook del sindaco Dario Nardella

Print Friendly, PDF & Email

Translate »