energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Notte della moda, chiavi della città a Monica Bellucci, aperitivo popolare in strada Breaking news, Cronaca

Firenze – Chiavi della Città a Monica Bellucci, che si trova a Firenze per partecipare all’evento ‘Il Rinascimento e la Rinascita’. Il riconoscimento è la riproduzione fedele delle chiavi delle antiche porte di Firenze. La cerimonia si sta svolgendo nel Salone dei Cinquecento, a Palazzo Vecchio, dove il sindaco Dario Nardella ha consegnato all’attrice il prestigioso riconoscimento. Le motivazioni : “A Monica Bellucci, diva del nostro tempo, splendida icona di stile e bellezza, che nella sua carriera di modella e attrice ha legato il proprio nome, oltre che all’eccellenza italiana nella moda e nel cinema, anche a grandi registi e stilisti di tutto il mondo, facendosi autentica ambasciatrice dell’eleganza italiana nel mondo”. La consegna avviene dopo il cocktail nei saloni del Museo Storico di Palazzo Vecchio nella “notte della moda”, dove ospiti superselezionatissimi assistono alla sfilata di moda maschile “Rinascimento” dei “patron” dell’evento, Dolce e Gabbana, oltre a godere delle straordinarie creazioni degli artigiani fiorentini. Proprio nel pomeriggio di oggi si è tenuta una delle prime tappe dell’evento sontuoso, che ha innescato svariate polemiche in città, con la presentazione nel chiostro di Santa Maria Novella, di una serie di gioielli da favola frutto della perizia, competenza, creatività dei grandi maestri orafi della città del giglio. Fra gli invitati, imprenditori della città, albergatori, rappresentanti del tessuto imprenditoriale ed economico fiorentino.

Mentre in una piazza blindatissima e transennata passano gli invitati per raggiungere il Palazzo, all’angolo fra via delle Farine e piazza della Signoria si è tenuto un “aperitivo popolare”, organizzato dalla candidata della lista Toscana a Sinistra, attivista di Pap e di perUnaltracittà, Francesca Conti. Una quarantina di persone fra chi arriva, chi passa e chi resta a fare qualche chiacchiera, mentre giungono alcuni candidati della lista Fattori, fra cui Tommaso Grassi e Flavio Coppola, oltre agli attivisti di Progetto Firenze. Fra i punti ribaditi da Conti, l’opposizione alla blindatura della piazza più significativa di Firenze ma anche alla logica generale dei grandi eventi, in cui, come specifica la candidata, “non c’è ricaduta reale di lavoro “buono” sul territorio, mentre assistiamo all’appropriazione degli spazi pubblici a fronte di ben  miseri introiti per la collettività. Del resto – conclude Conti – il vero problema è occuparsi sì dell’artigianato, ma non tre giorni all’anno, bensì in modo costruttivo, accompagnando questa straordinaria risorsa dell’economia cittadina con coraggio, investimenti, continuità, trasformandolo in una leva capace di imprimere una svolta reale all’intera economia cittadina, sempre appiattita, nonostante i proclami, sul turismo e i grandi eventi dai grandi nomi”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »