energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Nubifragio su Firenze, sottopassi allagati, pompieri salvano anziana Breaking news, Cronaca

Firenze –  Il violento temporale che si è abbattuto stamattina su Firenze ha causato allagamenti e mandato in tilt il traffico. Allagati i sottopassi di via Paolo Uccello, viale Strozzi e viale XI Agosto, oltre a circolazione rallentata, con auto costrette a viaggiare a passo d’uomo, nei sottopassi ferroviari di via Circondaria, via Mariti e via del Romito. Nel sottopasso che collega via Mariti a piazza Dalmazia, anch’esso allagato, i vigili del fuoco sono intervenuti per soccorrere un’anziana donna rimasta bloccata con la sua auto, mentre altre due auto sono rimaste bloccate  in un sottopasso in via Lanzi. Anche in questo caso è sato necessario l’intervento dei pompieri. Svariati interventi sono stati richiesti per cantine e abitazioni allagate e per rami pericolanti.

L’allarme meteo sulla Toscana, di codice giallo, avrà termine alla mezzanotte di oggi, 5 novembre. Per quanto riguarda il resto della regione si sono registrati disagi e momenti critici: in Lunigiana si è verificata l’esondazione del torrente Fiume, nel territorio di Zeri (Massa Carrara), in due punti. Smottamenti sono stati segnalati a Bergugliara e Piania mentre a Pontremoli ha destato preoccupazioni la piena del torrente Verde.  Ad Aulla il Magra sopra la soglia di guardia ha condotto al presidio constante dell’impianto idrovoro. Frane in Garfagnana, dove una ventina di persone sono rimaste isolate, e servizio di piena attivato sul fiume Serchio a valle di Borgo a Mozzano (Lucca) sono criticità segnalate dalla Sala operativa unificata della Protezione civile regionale. Ad Arezzo e provincia violenti nubifragi hanno provocato allagamenti e anche il distacco di una vetrata caduta dal quinto piano da un palazzo in pieno centro, senza colpire i passanti. Decine le chiamate al 115 per liberare fondi e garage invasi dall’acqua e alberi divelti per le raffiche di vento. Particolarmente colpite le zone del Casentino e del Valdarno, a Badia Prataglia è scoppiata una bomba d’acqua e una struttura alberghiera è rimasta allagata.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »