energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Nubifrago Litorale cosentino, in Calabria a rischio il 100% dei Comuni Cronaca

Roma – Il maltempo si è abbattuto su un territorio fragile come la Calabria dove il 100 per cento dei Comuni ha parte dei territori a rischio per frane ed alluvioni. Certramente il modello di sviluppo adottato in Italia ha le sue responsabilità. E’ quanto afferma la Coldiretti nel sottolineare che si tratta della regione con la percentuale di rischio piu’ alta in Italia dove nell’82 per cento dei comuni sono  presenti aree a rischio idrogeologico.

La tropicalizzazione del clima con il ripetersi di eventi estremi – sottolinea la Coldiretti – ha reso il territorio piu’ vulnerabile. Siamo di fronte – precisa la Coldiretti – ai drammatici effetti dei cambiamenti climatici che si sono manifestati quest’anno con il moltiplicarsi di eventi estremi, sfasamenti stagionali e precipitazioni brevi ma intense ed il repentino passaggio dal sereno al maltempo con vere e proprie bombe d’acqua che il terreno non riesce ad assorbire.

Sul piano strutturale a questa situazione – denuncia la Coldiretti – non è certamente estraneo il fatto che un modello di sviluppo  sbagliato in Italia ha tagliato del 15 per cento le campagne e fatto perdere negli ultimi venti anni. 2,15 milioni di ettari di terra coltivata capace di assorbire l’acqua. Per affrontare i drammatici effetti del violento nubifragio che si è abbattuto sulla costa ionica cosentina , all’interno della cooperazione istituzionale, per i  primi urgenti interventi per la sicurezza delle persone, vede in prima linea – conclude la Coldiretti – anche i Consorzi di Bonifica. Sono stati immediatamente attivati uomini e  mezzi che stanno contribuendo alle prime azioni per alleviare gli enormi disagi che si sono creati.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »