energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Nuovi spazi per il Bargello, pronti per la fine del 2020 Cronaca, Cultura

Firenze – Nuovi spazi per il Museo Nazionale del Bargello che a fine maggio ha acquisito a titolo do prelazione i locali della Chiesa di San Proloco per una somma che supera di poco il milione di euro.

La Chiesa è situata tra via dei Pecori Giraldi e via de’ Pandolfini tra il Bargello stesso e la Badia Fiorentina.

L’edificio ha una storia secolare ed durante tutta la sua vita ha subito molteplici trasformazioni.

Le prime notizie della Chiesa risalgono all’XI secolo, per assumere l’aspetto attuale però dobbiamo aspettare il ‘700 che fu caratterizzato dalle rifiniture ad affresco e finte architetture.

Nel 1778 fu soppressa come parrocchia, divenendo così sede di varie confraternite, fra cui quella di S. Antonio Abate detta dei ‘macellari’, e qui negli anni Trenta del Novecento Giorgio La Pira diede vita alle Messe dei poveri.

L’edificio è di proprietà della famiglia Salviati dal  1786 ; nel 1991 fu vincolato insieme alle opere d’arte a seguito del crollo della copertura nel 2005.

Assieme alla Chiesa sono state acquisite anche tutte le sue opere d’arte, come le grandi pale d’altare di Matteo Rosselli e Gaetano Piattoli e una tavola raffigurante la Visitazione con santi, variamente attribuita al Ghirlandaio e a Piero di Cosimo.

Tutte le opere grazie al supporto del Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Firenze, sono state trasferite nei depositi della Soprintendenza.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »