energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Occupy Florence, per gli indignati si profila lo sgombero Cronaca

Si addensano le nuvole su piazza Santissima Annunziata e su Occupy Firenze. Laboratori, partecipazione, invenzioni e creatività, se supportati da tende, non possono “degradare” una piazza fiorentina, anzi, a detta dell’assessore Stefania Saccardi, toglierla all’uso dei cittadini. Si parla di esproprio della piazza nei confronti della cittadinanza. E’ quanto dice l’assessore a margine di una conferenza stampa tenuta questa mattina 15 novembre in Palazzo Vecchio.
Dichiarazioni che paiono echeggiare quelle di alcuni esponenti del Pdl, indignati dalla presenza delle tende in piazza Santissima Annunziata. “Peccato che non fossero indignati per il degrado che si ripeteva ogni sera prima dell’arrivo di questi ragazzi” commenta Paolo, ex-sarto, in pensione, che passa in bicicletta. “Allora, non ascoltavano proteste o mugugni dei cittadini – continua – ora invece sono pronti a cacciare via i ragazzi. Mah….”.
Del resto, i segnali non sono buoni per gli Occupy internazionali. Se i vicini bolognesi sono stati sgomberati, anche a Wall Street, cuore e simbolo della protesta mondiale, non se la passano molto bene.
Dalla “tendopoli” arriva una reazione di genuina sorpresa alle parole dell’assessore.
“Accogliamo con sorpresa le parole dell’assessore Saccardi – fanno sapere dalla piazza – soltanto ieri avevamo invitato tutti gli esponenti politici, senza limiti di schieramenti, a venirci a trovare toccando con mano tutto il lavoro che stiamo facendo, le commissioni, le discussioni pubbliche, l’interrogarsi insieme e il confronto. Confermiamo l’intenzione di continuare a creare queste occasioni di partecipazione. Chiediamo ancora e con più forza che gli esponenti della politica vengano a vedere con i loro occhi cosa si sta facendo”.
“A me non danno nessuna noia – spiega Laura, 48 anni, psicologa, madre di due figli che vanno al liceo – trovo interessante questo lavoro di riappropriazione di temi anche complessi, che spesso sono stati ostaggio della cosidetta “politica colta”, che li ha resi ostici e estranei alla gente. Trovo l’iniziativa un’operazione del tutto legittima, se serve a riavvicinare le persone a che cosa succederà in futuro. E se poi ci sono le tende in piazza Santissima Annunziata, pazienza. Ne ha viste di peggio, questa piazza, o no?”.
Meno diplomatica Angela, precaria, 47 anni, che è venuta a dare un’occhiata.
“Perché sgomberarli? Non sono cittadini? E allora, la piazza non è un luogo adibito alla socializzazione dei cittadini? Le tende? Non è peggio quando i senza tetto dormono all’addiaccio sotto i portici?…”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »