energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Casa, fra sgomberi e occupazioni si profila un “settembre caldo” Cronaca

Firenze – Ci sarebbero ben 4 sgomberi programmati per gli inizi di settembre, secondo il Movimento di Lotta per la casa, ““una situazione vergognosa” – diceil leader Lorenzo  Bargellini – e “il Movimento continuerà a  battersi per il rispetto dei diritti fondamentali”.

Sono queste le ultime battute dopo la giornata di ieri,  quando in mattinata all’Hotel Concorde di viale Gori, occupato da inizio febbraio scorso, sono giunti alcuni carabinieri in tenuta antisommossa sono giunti insieme ad operai dell’Enel per interrompere la fornitura dell’energia elettrica.

Chiunque occupa abusivamente un immobile senza titolo non può chiedere la residenza né   l’allacciamento a pubblici servizi in relazione all’immobile medesimo e gli atti emessi in violazione di tale divieto sono nulli a tutti gli effetti di legge.”

Questo l’Articolo 5, primo comma, del “Piano Casa” del governo Renzi (legge di conversione 23 maggio 2014 n. 80) di cui si avvalevano le forze dell’ordine, e contro il quale il Movimento di Lotta per la Casa si batte, in nome dei diritti fondamentali che devono essere riconosciuti alla persona: in primis il diritto alla casa e alla salute – che richiederebbe la possibilità di usufruire di acqua, luce e gas – ma anche quello all’istruzione e alle prestazioni sociali – che necessitano l’acquisizione della residenza.

“Sono già 12 ore che una trentina di poliziotti, tre blindati e Digos presidiano l’Hotel e la cabina Enel vicina”, scriveva il Movimento alle 22 di ieri sera. La polizia, sempre in tenuta antisommossa, è rimasta tutta la notte a presidiare la cabina dell’Enel.

Nell’albergo vivono una ventina di nuclei familiari e altrettanti minori che da ieri si trovano quindi al buio.

“Se questura e istituzioni pensano di sfruttare il mese di agosto per iniziare ad applicare nel silenzio l’ infame art. 5”, scrive il Movimento, “scopriranno presto di aver fatto i conti senza l’oste.”

“Ci chiedono di non occupare, ma poi non offrono soluzioni alternative” afferma Lorenzo Bargellini. I palazzi occupati in questa situazione sono 4, significa che centinaia di persone sono “deprivate del minimo che dovrebbe essere garantito”.

Martedì alle 11.30 il Movimento terrà una conferenza stampa alla sede di via Palmieri. Ci sono 4 sgomberi programmati a inizio Settembre: “una situazione vergognosa” – dice Bargellini – e “il Movimento continuerà a  battersi per il rispetto dei diritti fondamentali”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »