energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Odissea Bach, al via con Angela Hewitt Spettacoli

Firenze – Con il concerto di Sabato 8 Ottobre, al Teatro della Pergola (ore 16), gli Amici della Musica avviano Odissea Bach, un nuovo ciclo pluriennale che celebrerà il genio di un autore monumento imprescindibile nella storia della musica, offrendo l’ascolto delle sue composizioni attraverso le tappe di un vero e proprio viaggio musicale.

Per il progetto sono stati coinvolti i maggiori specialisti bachiani del mondo, e fra questi c’è anche la pianista Angela Hewitt, celeberrima per la sua congenialità con la musica di Bach. È lei la protagonista di questo primo appuntamento di Odissea Bach, dove il programma propone una serie di gioielli dell’arte contappuntistica, forme brevi, miniature dove capacità d’invenzione e disciplina vanno di pari passo: la Fantasia BWV 906, l’Aria variata “Alla maniera italiana” (dove il severo tema si rifrange in estrose variazioni), due serie di Invenzioni a due e a tre voci, il Capriccio “Sopra la lontananza del fratello dilettissimo” (pagina descrittiva, con la quale Bach salutava la partenza del fratello oboista Johann Jakob per la Svezia), il Capriccio BWV 993 3 e la Fantasiae Fuga BWV 904, pagina severa riscoperta solo in pieno Ottocento.

Programma che non mancherà di metter in luce lo stile elegante e limpido di Angela Hewitt, “Artista dell’anno” 2006 ai Gramophone Awards (gli oscar della musica classica), la “principale pianista bachiana del nostro tempo” sulle colonne del The Guardian, nel 2015 entrata a far parte della Hall of fame della rivista Gramophone. Interprete in numerose incisioni per l’etichetta Hyperion che hanno raccolto consensi unanimi (la sua integrale dedicata a Bach è stata descritta come “una delle glorie discografiche dei nostri tempi” dal Sunday Times), e dove troviamo anche Debussy, Mozart, Beethoven, Scarlatti e Rameau. Impegnata in continui tour in tutto il mondo, si divide fra Londra, Ottawa (la città natale) e l’Italia, da lei amatissima: abita una casa sul Lago Trasimeno, anche per poter seguire più da vicino il suo festival, che è ormai diventato un attesissimo appuntamento annuale.

 

foto: Angela Hewitt

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »