energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Oggi ultimo giorno di carnevale, domani Mercoledì delle Ceneri Cronaca

Oggi è l’ultimo giorno di Carnevale. Da domani, mercoledì delle ceneri, si entra nel lungo periodo di penitenza e carità della Quaresima, preparatorio alla Pasqua. In Toscana è secolare tradizione che alla mezzanotte del martedì grasso, ovvero questa sera, il campanone del Duomo di Prato, suoni a distesa i suoi gravi rintocchi per annunciare la fine del Carnevale e l’inizio della Quaresima. Il suono – anche se non farà felice gli abitanti – ricorderà però a tutti l’inizio di uno dei giorni più sacri e conosciuti di tutto l’anno, il Mercoledì delle Ceneri, giorno di astinenza dalle carni e di digiuno. I maggiorenni sono invitati dalla Chiesa a consumare un solo pasto, segno e richiamo alla penitenza. In questo giorno feriale le chiese di tutto il mondo si riempiono, nel pomeriggio o alla sera, per l’imposizione delle ceneri sul capo o sulla fronte dei fedeli, ceneri che vengono ricavate dal bruciare i ramoscelli di ulivo benedetti l’anno scorso la domenica delle Palme e che vengono conservati tutto l’anno per questa cerimonia. “Ricordati che sei polvere e polvere ritornerai” è la frase più comune che recita il sacerdote ad ogni fedele durante l’imposizione delle ceneri oppure “Convertiti e credi al Vangelo”. La principale cerimonia in tutte le diocesi toscane si terrà nel rispettivo duomo presieduto del locale vescovo. A Firenze alle ore 18, presieduta dal neo Cardinale Giuseppe Betori, a Prato alle ore 21,15 dal vescovo Gastone Simoni. Anche il Papa celebra tale liturgia nella basilica domenicana di Santa Sabina all’Aventino ricevendo le ceneri dal Cardinale titolare di quella basilica. Altra cerimonia molto suggestiva ed intensa in questo periodo è la Via Crucis ogni venerdì, che culminano poi nelle Vie Crucis o nelle processioni con il Cristo morto, per le strade dei paesi e della città, in occasione del venerdì santo.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »