energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Olio, è legge il ddl salva “made in Italy” Politica

E' arrivata dal governo un’arma per la lotta alla contraffazione e a favore della tutela qualità e della trasparenza della filiera dell'olio d’oliva italiano: l’obbligo di rendere più chiare le informazioni contenute in etichetta, dall’origine alla categoria merceologica, termine minimo di conservazione e corretta presentazione degli oli di oliva nei pubblici esercizi. E' quanto prevede il ddl Mongiello-Scarpa, che ha avuto il via libera definitivo in sede legislativa da parte della Commissione Agricoltura della Camera. Sono fugati così definitivamente i timori di un stop legato alla situazione politica che si determina con la fine anticipata della legislatura.  Obiettivo del provvedimento è di agevolare i consumatori nel riconoscimento e nella scelta del prodotto realmente “made in Italy”.

"In questo modo si tutelano – sottoliena la Cia – i consumatori e soprattutto i produttori, perché si tratta di norme che aiutano a prevenire e a combattere frodi e sofisticazioni nel settore, che causano ogni anno danni per 1,5 miliardi di euro”.  Inoltre – aggiunge il presidente della Cia Giuseppe Politi – “si introduce il vincolo del termine minimo di conservazione e la corretta presentazione degli oli di oliva nei pubblici esercizi, nonché nuove disposizioni per contrastare le pratiche commerciali ingannevoli, ad esempio tutte quelle diciture o immagini o simboli grafici sulla bottiglia che evocano zone geografiche non corrispondenti all’effettiva origine territoriale delle olive. E’ un segnale importante di attenzione al settore che il ddl sia stato approvato prima dello scioglimento delle Camere.

Foto: www.olioaureus.it
 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »