energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Olivicoltura, Cia: “Indispensabile un piano strategico europeo” Economia

E' positivo che la Commissione Ue voglia definire un Piano di azione strategico per il settore olivicolo. Lo sottolinea in una nota la Cia-Confederazione italiana agricoltori, che considera questo intervento assolutamente necessario per rispondere alle difficoltà dei produttori e per evitare il perpetuarsi della crisi del comparto, nel quale i prezzi pagati ai produttori continuano a scendere e i costi di produzione si mantengono sempre elevati.  Dalle prime notizie – rileva la Cia – sembrerebbe che il commissario europeo all'Agricoltura Dacian Ciolos voglia studiare un Piano che favorisca la ristrutturazione del settore attraverso misure finanziate dal Fondo per lo sviluppo rurale e una migliore organizzazione del settore, anche con la crescita delle Organizzazioni di produttori. Gli interventi che prevede il Piano strategico sembrano rispondere alle proposte avanzate dalla Cia: aggregazione dell'offerta, valorizzazione del prodotto di qualità, misure di mercato flessibili ed efficaci. Verranno migliorati i provvedimenti di promozione dell'Ue per l'olio europeo, sia all'interno dell'Unione europea Comunità, sia nei paesi terzi.
La Commissione – sostiene la Cia – ha, inoltre, intenzione di puntare anche alla definizione di misure in grado di valorizzare la qualità dell'olio europeo, attraverso il perfezionamento del "Panel test" e con azioni per combattere le frodi. Nel Piano verranno proposte nuove norme per rendere sempre più trasparenti le informazioni indicate in etichetta.
La Cia, che da tempo chiede misure di mercato in grado di rispondere alle continue turbative di mercato che interessano l'olivicoltura, crede in una strategia europea tesa a migliorare la competitività delle aziende, a concentrare l'offerta per ottenere una più efficace collocazione del prodotto sul mercato.

Foto www.agricultura.it

Print Friendly, PDF & Email

Translate »