energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Lavori autostradali: oltre 9 indagati Cronaca

Nove le persone perquisite stamani nell'ambito dell'inchiesta della Dia della Procura di Firenze relativa ai lavori eseguiti per i caselli autostradali, scattata dopo che un ex carabiniere che ha lavorato come addetto alla sicurezza in alcune imprese appaltatrici, ha segnalato alla Dia dubbi sulla sulla correttezza dei lavori. Il reato ipotizzato dal procuratore Giuseppe Quattrocchi e dai pm Giuseppina Mione e Leopoldo De Gregorio è ''attentato alla sicurezza dei trasporti per aver utilizzato manodopera non qualificata, materiale scadente o per non aver rispettato le procedure nella realizzazione delle opere''. Sarebbero più di nove gli indagati, e tra loro spunterebbro ben sei imprenditori, un direttore dei lavori, un funzionario che ha lavorato sia per Autostrade sia per SALT, e un altro funzionario della Pavimental del Gruppo Autostrade.

I magistrati si sono concentrati sui cedimenti strutturali ai caselli,  con la caduta di pannelli, come accaduto lo scorso 19 novembre a Rosignano Solvay, la caduta di tettoie, cartellonistica o impalcature in ferro. Fatti che non interessano solo la Toscana, su cui indaga appunto la Procura fiorentina, ma anche altre regioni dove si stanno compiendo analoghi accertamenti Tra le città interessate Monza, Alba e Santa Maria Capua Vetere. Sul fronte delle imprese coinvolte, gli accertamenti giudiziari dell'inchiesta riguardano anche tre società dell'imprenditore Mario Vuolo: la Carpenfer di Roma, la PATM e la Costruzioni Travi Elettrosaldati Srl.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »