energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Ombrone e Bisenzio superano il 2° livello di guardia Cronaca

Torna a piovere ed in Toscana torna anche la paura. Paura dei fiumi che si ingrossano e superano i livelli di guardia. A Firenze l’Arno ha aumentato la sua portata, ma non c’è ancora allerta. Continuerà però a piovere, e non è escluso che la situazione possa peggiorare. A Barberino del Mugello, in provincia di Firenze, è stato invece chiuso un ponte sul torrente Stura. A Campi Bisenzio si è invece deciso di chiudere il ponte di via Roma a causa del superamento del secondo livello di guardia (su tre) del fiume Bisenzio. A Signa ed in altre zone di Campi, i ponti continuano ad essere sorvegliati a vista e potrebbero venire anch’essi chiusi. Le piogge per ora hanno riguardato soprattutto la Toscana centrale, ossia le province di Firenze, Prato e Pistoia. E proprio nel Pistoiese c’è preoccupazione per il livello dell’Ombrone. Il fiume, infatti, è uscito dagli argini in alcuni punti del suo cammino nei comuni di Pistoia, Agliana e Quarrata. Anche il torrente Brana continua ad essere monitorato costantemente dalla Protezione Civile. Al momento sono state aperte le casse di espansione di Ponte alle Vanne e Quadrello, nel comune di Quarrata. Il timore è che a breve dovrà essere dichiarato il livello di piena sia per il Bisenzio che per l’Ombrone. Intanto nel Pistoiese alcune strade sono state chiuse al traffico a causa di allagamenti dovuti alla saturazione del terreno ed all’incapacità del sistema fognario di ricevere tutta la pioggia. Ad aggravare la situazione dei fiumi pistoiesi, anche lo scioglimento della neve sulle montagne, dovuto ad un anomalo innalzamento della temperatura. Ma neanche le altre province toscane se la passano meglio. Nell’Aretino è previsto l’arrivo di precipitazioni abbondanti, mentre sulla costa e nell’Arcipelago il mare si sta ingrossando a causa di un forte vento. In provincia di Massa-Carrara si sono verificati piccoli allagamenti dovuti all’esondazione di alcuni ruscelli, mentre a Monteverde, nel comune di Carrara, sono segnalate alcune frane di piccola entità. A Lucca è ancora una volta il Serchio, invece, a preoccupare, dato che ha superato il secondo livello di guardia.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »