energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Operatrici licenziate a Livorno, arriva la reintegra nel posto di lavoro Breaking news, Cronaca

Livorno – Reintegrate le tre operatrici delle pulizie all’ospedale di Livorno, che ieri avevano ricevuto la comunicazione scritta del loro licenziamento da parte della cooperativa per cui lavorano. Solo qualche giorno prima della lettera di licenziamento, come ricorda l’Unione Sindacale di Base, “si erano rifiutate di prendere servizio a causa della mancanza di guanti e mascherine certificate per svolgere la loro mansione di sanificazione all’interno dell’ospedale di Livorno”.

Soddisfazione viene espressa dall’Usb, che invia anche ringraziamenti “a tutti i soggetti, istituzionali, sindacali e singoli cittadini, che si sono prodigati affinché i licenziamenti fossero immediatamente revocati. Il Sindaco Salvetti, l’assessore al lavoro Simoncini e il consigliere Regionale Gazzetti che si sono da subito attivati”.

Dall’Usb giunge anche una riflessione circa il coraggio delle lavoratrici che hanno denunciato pubblicamente le criticità del posto di lavoro e “hanno continuato a lottare anche dopo il licenziamento”.

Anche perché, dicono dal sindacato, la questione della sicurezza dei lavoratori non finisce con questo caso. “Adesso c’è bisogno di un confronto serio e serrato con la ASL e tutti i soggetti interessati affinché si arrivi ad una soluzione definitiva del problema. Bisogna partire dal sistema degli appalti nei nostri ospedali. Un sistema, che in questo momento di emergenza nazionale, si è palesato per quello che è. Sono i lavoratori e l’utenza i primi a pagarne le conseguenze”. E in questo frangente, concludono dall’Usb,  “siamo pronti a ricoprire il nostro ruolo che non è solo quello della denuncia ma anche quello del confronto e della trattativa sindacale”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »