energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Riparte il piano di recupero dell’area ex-Fiat Cronaca

È stato approvato il provvedimento per il completamento del piano di recupero dell’area ex-Fiat di Novoli. “Ora possono riprendere i lavori”, ha sottolineato l’assessore alle Politiche del Territorio Elisabetta Meucci. Dopo l’approvazione di ieri, potranno infatti ripartire le ruspe per terminare la riqualificazione della grande area, che già ospita gli edifici dell’università, il nuovo Parco, il parcheggio sotterraneo, la multisala ed altri edifici commerciali e direzionali, oltre al nuovo Palazzo di Giustizia. È ancora Ornella De Zordo a esprimere contrarietà: “Novoli vede oggi confermate vecchissime previsioni urbanistiche e subirà il completamento di una colata di cemento pari a 200.000 mq complessivi visto che ne aggiungiamo ora 57.000 a quelli già costruiti. Vince l'Immobiliare Novoli che si vede ora autorizzata a edificare ancora su 57.505 mq, pari a 23.070 mq di residenziale-ricettivo e 34.435 mq di terziario, con centinaia di appartamenti e fondi commerciali che verranno costruiti. E questo anche se resta molto invenduto nella parte già costruita, così come del resto anche in altre zone vicine: case nuove, vuote e inutilizzate, ma la spinta è sempre a costruirne altre, e certo non alloggi sociali o comunque accessibili a chi per motivi economici non riesce ad avere una risposta al bisogno di un alloggio. Chiediamo: il completamento cementificatorio dell'unica area rimasta libera a Novoli a vantaggio di chi va, se non degli investitori della Novoli Immobiliare spa? Il fatto che diano qualche briciola dei lauti guadagni a interventi per la collettività non salva affatto un'operazione sbagliata e di retroguardia, che l'amministrazione ora tenta inutilmente di spacciare per riqualificazione. Alla faccia dei mattoni zero di cui si vanta il Sindaco Renzi”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »