energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Orientoccidente 2012: una grande edizione al tempo della crisi Notizie dalla toscana

L’estate musicale toscana avrà anche quest’anno uno dei festival più importanti per il suo profilo internazionale: Orientoccidente, arrivato all’ottava edizione, che si svolgerà nei comuni del Valdarno, ad Arezzo e in Val di Chiana  dal 10 luglio fino al 24 agosto . Quest'anno il festival è dedicato al centenario della nascita di Woody Guthrie, grande musicista e poeta americano, padre del canto sociale, della canzone di protesta e del folk moderno.
La situazione economica – ha affermato il direttore artistico Giampiero Bigazzi – ha messo fortemente in crisi la stessa esistenza del festival e soprattutto il mantenimento di un alto profilo delle proposte come è stato in questi sette anni. Ma ci siamo rimboccati le maniche, mettendo a frutto le capacità e le professionalità del nostro staff e tutte le possibili sinergie dovute a quasi quarant’anni di lavoro nel campo della musica e del teatro. Abbiamo trovato anche il consenso dei Comuni del Valdarno, della Regione Toscana e della Provincia e dei nostri sponsor privati: tutti sono consapevoli che investire nella cultura – proprio in un momento di crisi – è anche un modo per rilanciare l’economia, il turismo i rapporti sociali. Orientoccidente 2012 (anche se il programma non è ancora completo) si presenta come un grande festival, con molte produzioni ed eventi speciali. La presenza come ‘special guest’ di una grande artista come Patti Smith darà un ulteriore respiro internazionale al festival, considerando che ritornerà ad Arezzo proprio perché è rimasta colpita dalla storia e dalla bellezza del nostro territorio. La mattina del 26 luglio terrà un reading proprio nella Basilica di San Francesco, luogo che le ha ispirato una canzone dal fascino particolare. Insieme al chitarrista americano Lenny Kaye, sarà ospite poi a Montevarchi del concerto della Casa del Vento: un evento esclusivo per il nostro festival e per il Valdarno”.
Ma le sorprese non finiscono qui. A San Giovanni Valdarno il 18 e il 19 luglio Orientoccidente darà una mano al Fahrenheit Festival (promosso dalla ormai storica libreria di piazza della Libertà) e il 19 proporrà il concerto di Iosonouncane, mentre il 25 luglio ci sarà un altro straordinario evento in piazza Masaccio con Raiz (voce di Almamegretta ed eccezionale protagonista del concertone del Primo Maggio a Roma e del film “Passione” di John Turturro) con Fausto Mesolella (uno dei più importanti chitarristi italiani degli Avion Travel) e i pugliesi Radicanto. Orientoccidente inaugurerà il 10 luglio, come al solito a Pergine Valdarno, con una produzione speciale “nufolk” con Alabastro Euforico (Arlo Bigazzi, Marna Fumarola e Superpippo Gabellini) e i Tomviolence. E poi le iniziative “di montagna” (in collaborazione con la Cooperativa Beta) al Meriggio sul Pratomagno con Giulia Lorimer, l’ottantenne cantante degli Whisky Trail, e al Parco di Cavriglia con l’incredibile circo spontaneo Zuzzerelloni, la serata dedicata all’ottava rima a Terranuova Bracciolini del 20 luglio e infine, sempre a Terranuova il concerto di The Gang (un momumento del combact rock italiano) in chiusura il 24 agosto.
Una caratteristica del Festival – ha concluso Bigazzi – è il rafforzamento delle collaborazioni, tanto da aver creato un vero e proprio Orientoccidente Network: il Fahreneheit Festival, l’Estate Savinese di Monte San Savino, il Perlamora festival di Figline Valdarno diretto da Giorgio Torricelli, la Stazione Estiva di Diesis Teatrango, la Notterosa di Arezzo le strutture di intervento sociale della Cooperativa Beta. Un modo di stare legati al territorio pur con un profilo che porta in Italia e nel mondo il nome della nostra storia e dei nostri beni culturali e ambientali”. Orientoccidente è organizzato da Officine della Cultura e da Materiali Sonori.

Per informazioni: www.Orientoccidente.net   www.FahreneheitFestival.com

Print Friendly, PDF & Email

Translate »