energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Ort: concerto del 25 aprile contro tutte le guerre Spettacoli

Firenze – Torna il consueto evento promosso dall’Assessorato alla Cultura della Regione Toscana per la Festa della Liberazione, realizzato in collaborazione con La Fondazione ORT. Musica dal vivo per il film “All’ovest niente di nuovo” di Lewis Milestone.
Dal 2004 il Concerto del 25 aprile è una bella tradizione per il pubblico toscano che da alcuni anni a questa parte, si misura con il genere cinematografico, prima con Metropolis di Lang, poi con The General di Keaton, e lo scorso anno con due pellicole del grande Chaplin.

A 100 anni esatti dall’inizio della Prima Guerra Mondiale (almeno per noi italiani), l’Orchestra della Toscana propone la proiezione del film americano All’Ovest Niente di Nuovo (All Quiet on the Western Front) diretto da Lewis Milestone nel 1930, vincitore di due premi Oscar come miglior film e miglior regia. Nel 2008 l’American Film Institute ha menzionato la pellicola come uno dei dieci migliori film epici di tutti i tempi.

Tratto dal romanzo Im Westen nichts Neues (Niente di nuovo sul fronte occidentale) dello scrittore tedesco Erich Maria Remarque, questo film è considerato universalmente un classico dell’antimilitarismo, nonché una denuncia delle atrocità della guerra. Racconta gli orrori nelle trincee del fronte franco-tedesco durante la Prima Guerra Mondiale ed è uno dei film hollywoodiani che ha saputo esprimere con maggior forza ed efficacia un messaggio pacifista e antimilitarista: gli anni non hanno tolto forza all’opera ed i tagli imposti dalla produzione non fanno che accrescere l’impatto visivo delle violentissime e molto realistiche scene di battaglia.

In Italia la censura fascista bloccò sia il film che il libro di Remarque. In seguito il volume venne pubblicato dalla Mondadori, ma il film, doppiato in italiano dalla Universal, venne più volte respinto dalle commissioni di revisione e distribuito solo nel marzo del 1956.
Il film del 1930, che nasce come pellicola sonora, verrà in questo caso proiettato nella versione integrale muta con dialoghi italiani sovratitolati. La versione in muto fu prodotta dalla Universal con l’obiettivo di presentare il film nelle sale che all’epoca non avevano ancora effettuato del tutto il passaggio al sonoro. Le immagini saranno accompagnate dall’Orchestra della Toscana diretta da Christian Schumann, per le musiche di Manfred Knaak scritte appositamente per il film, nel 2011.
L’ingresso è libero ad invito, in distribuzione presso la biglietteria del Teatro Verdi o scaricabile on line dal sito www.orchestradellatoscana.it

Print Friendly, PDF & Email

Translate »