energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Oscar, le nomination: l’Italia rappresentata dal pisano Marianelli Spettacoli

Emma Stone e Seth MacFarlane in diretta televisiva hanno annunciato, uno a uno, i titoli e i nomi degli artisti di coloro che si contendono, nelle varie categorie, l’Oscar 2013. Se non fosse stato per la nomination al toscano Dario Marianelli, l'Italia sarebbe stata completamente assente dagli Oscar 2013. Un solo campione, un solo rappresentante, un solo porta bandiera proveniente da Pisa. Già vincitore di un Oscar per la colonna sonora di “Espiazione” nel 2008 , nominato quest'anno per quella di "Anna Karenina", entrambi film diretti da Joe Wright. ''Non ho seguito l'annuncio in diretta, mi ha chiamato la mia agente e il mio primo pensiero è stato per Joe Wright, al quale devo le mie tre nomination. Gli devo tantissimo, e mi è un po' dispiaciuto che il suo talento non sia stato personalmente riconosciuto dall'Academy. Joe condivide con me il desiderio di trattare la musica alla stregua di uno dei personaggi del film. Non cerca mai di nasconderla, o di usarla come sottofondo, o come atmosfera. Il risultato è che quando la musica entra in una scena è impossibile ignorarla”.

L’Oscar che ha vinto lo custodisce nello studio della sua casa londinese, su uno scaffale. “Nei momenti difficili, quando mi sembra di essermi scordato come si scrive la musica, succede su ogni film, ogni tanto aiuta a ricordarmi che se persevero di solito viene fuori qualcosa”. Marianelli anche se da ormai 23 anni non vive più in Italia “è orgoglioso di rappresentarla, come già fatto in passato”.

Non è mancato il commento entusiastico del Sindaco di Pisa Marco Filippeschi: “Sono contentissimo e ho inviato a Dario un in bocca al lupo a nome di tutta la città che farà il tifo per lui. E' un grande musicista – ha aggiunto Filippeschi – e uno straordinario protagonista del cinema contemporaneo. La nomination al secondo Oscar è già un premio prezioso. Dario Marianelli è ancora giovane e si colloca in primo piano a fianco di artisti che hanno fatto storia come Ennio Moricone e Nino Rota e a grandi compositori come Nicola Piovani”.

Tra gli addetti ai lavori la sorpresa di queste nomination è “Beasts of the Southern Wild” – nomination per Miglior Film, Regia, Sceneggiatura, e Migliore Attrice Protagonista, la piccola Quvenzhanè Wallis, solo 9 anni, che ha incantato anche il presidente Usa Barack Obama – in arrivo in Italia il  prossimo 7 febbraio con il titolo “Re della terra selvaggia” distribuito dalla Satine Film con Bolero Film. La pellicola è diretta dal giovanissimo Benh Zeitlin, al suo esordio dietro la macchina da presa. Dopo aver vinto al Sundance Film Festival il Gran Premio della Giuria e quello per la Migliore Fotografia, ha ottenuto grande risalto nei festival internazionali più importanti.

Ma vediamo in dettaglio le candidature nelle principali categorie:

MIGLIOR FILM
“Amour” di Michael Haneke; “Argo” di Ben Affleck prodotto da Grant Heslov, Ben Affleck e George Clooney; “Beasts of the Southern Wild” di Dan Janvey, Josh Penn e Michael Gottwald; “Django Unchained” di Tarantino prodotto da Stacey Sher, Reginald Hudlin e Pilar Savone; “Les Misérables” di Tom Hooper, prodotto da Tim Bevan, Eric Fellner, Debra Hayward e Cameron Mackintosh; “Life of Pi” film di Ang Lee prodotto da Gil Netter, Ang Lee e David Womark; lo storico film di Steven Spielberg “Lincoln” prodotto dallo stesso Spielberg e Kathleen Kennedy; “L'orlo argenteo delle nuvole” di David O. Russel; la storia della cattura di Bin Laden “Zero Dark Thirty” di Kathryn Bigelow e prodotta da Mark Boal e Megan Ellison, Producers.

MIGLIOR REGISTA
Steven Spielberg per “Lincoln", Michael Haneke per "Amour", David O'Russell per "Silver Linings Playbook", Ang Li per la "Vita of Pi", Benh Zeitlin per "Beasts of the Southern Wild".

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA
Jessica Chasta per “Zero Dark Thirty”, Jennifer Lawrence per “L'orlo argenteo delle nuvole”, Emmanuelle Riva per “Amour” – che a 85 anni è l'attrice più anziana mai candidata all'Oscar – Quvenzhanè Wallis per “Beasts of the Southern” – che a 9 anni è l'attrice più giovane mai candidata agli Oscar –  e Naomi Watts per “The Impossible”.

MIGLIORE ATTORE PROTAGONISTA
Bradley Cooper per “L’orlo argenteo delle nuvole”, Daniel Day-Lewis per “Lincoln”, Hugh Jackman per “Les Misérables”, Joaquin Phoenix per “The Master”, Denzel Washington per “Flight”.

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA
Amy Adams per “The Master”, Sally Field per “Lincoln”, Anne Hathaway per “Les Misérables”, Helen Hunt per “The Sessions”, Jacki Weaver per “L'orlo argenteo delle nuvole”.

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA
Alan Arkin per “Argo”, Robert De Niro per “L'orlo argenteo delle nuvole”, Philip Seymour Hoffman per “The Master”, Tommy Lee Jones per “Lincoln”, Christoph Waltz per “Django Unchained”.

Alcune curisiosità: nella categoria dedicata agli attori, quattro sono alla prima nomination: Bradley Cooper, Hugh Jackman, Emmanuelle Riva e Quvenzhane Wallis; gli altri nove, invece hanno già tutti vinto almeno un Oscar: Daniel Day Lewis, Denzel Washington, Alan Arkin, Robert De Niro, Philip Seymour Hoffman, Tommy Lee Jones, Christoph Waltz, Sally Field ed Helen Hunt. Jessica Chastain, in corsa per “Zero Dark Thirty”, è l'unica attrice ad essere stata nominata sia quest'anno che lo scorso, quando fu nominata per “The Help”. A 85 anni Emmanuelle Riva è l'attrice più anziana ad essere mai stata nominata, mentre Quvenzhane Wallis, 9 anni, è la più giovane. “Amour” è il quinto film ad essere stato nominato sia nella categoria dedicata ai film stranieri che ai migliori in assoluto. Oltre a “La vita è bella”, di Benigni, stesso destino toccè a “Z”, “The Emigrants” e “Crouching Tiger Hidden Dragon”.

Emmanuelle Riva è stata nominata per una perfomance in francese. Anche in questo caso cinque solo prima di lei sono stati nominati per una interpretazione in lingua straniera, la nostra Sophia Loren, Robert De Niro, e Roberto Benigni – tutti hanno recitato in italiano -, Benicio Del Toro e Marion Cotillard. “Il lato positivo” è il primo film a ricevere le nomination per migliore film, migliore regista, migliore sceneggiatura e le quattro dedicate ad attori e attrici protagonisti e non protagonisti. Dopo “Reds”, nel 1981 Kathleen Kennedy e Steven Spielberg condividono il record per il maggior di numero di nomination come produttrice del migliore film e come migliore regista, ben 8 a testa.

George Clooney, con la nomination di “Argo”, che ha prodotto con Ben Affleck, raggiunge Warren Beatty, unico, fino ad oggi, ad avere ricevuto nomination per migliore film, regia, sceneggiatura e recitazione. John Williams è la persona vivente con più nomination in assoluto. Il compositore ha raggiunto quota 48, contro le 59 di Walt Disney. Dopo John Williams in classifica c'è Woody Allen, assente quest'anno ma con ben 23 nominations.

Daniel Day-Lewis ottiene con "Lincoln” la quinta nomination in carriera, avendo vinto due volte, con “Il mio piede sinistro” e “Il Petroliere”. Robert De Niro per “Silver Linings Playbook” è nuovamente in lizza per un Oscar, con la seconda candidatura in carriera tra gli attori non protagonisti.

Solo 6 minuti di performance in “Les Miserables” sono bastati ad Anne Hathaway per entrare nella cinquina delle attrici non protagoniste.

Molti i delusi: Kathryn Bigelow, Ben Affleck, Tom Hooper, le cui nomination erano considerate cosa quasi certa dagli esperti del settore, visto che le loro pellicole hanno comunque ottenuto la nomination a miglior film e miglior sceneggiatura. Resta a bocca asciutta anche Leonardo Di Caprio, che deve rimandare l'appuntamento con il premio che manca nella sua bacheca. Mancano poi da questa edizione degli Oscar alcuni registi che negli ultimi anni sono stati tra i protagonisti delle nomination: Martin Scorsese, Clint Eastwood, Woody Allen, Ron Howard e George Clooney.

La cerimonia di premiazione degli Oscar andrà in onda in diretta e in esclusiva per l'Italia domenica 24 febbraio dalle 22.55, ora italiana, su Sky Cinema Hits HD, al canale 304 di Sky.

Nella foto il pisano Dario Marianelli con l'Oscar conquistato nel 2008.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »