energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Ospedale del Cuore di Massa: siglato l’accordo in Regione STAMP - Salute

Firenze – Nella giornata di oggi, martedì 4 novembre, è stato sottoscritto a Firenze il nuovo protocollo per il potenziamento e lo sviluppo dell’Ospedale del Cuore Pasquinucci di Massa. Alla firma dell’accordo erano presenti l’assessore al diritto alla salute Luigi Marroni, il direttore della Fondazione Monasterio Luciano Ciucci, il rettore della Scuola Superiore Sant’Anna Pierdomenico Perata, il direttore della Asl 1 di Massa e Carrara Maria Teresa De Lauretis, il sindaco di Massa, e presidente della Conferenza dei sindaci della Asl 1, Alessandro Volpi.

Il protocollo prevede la realizzazione di un punto nascita, l’intensificazione della collaborazione già in atto con la Scuola Sant’Anna di Pisa ed un finanziamento di 10.500.000 da parte della Regione.

“Questo protocollo sancisce un accordo molto importante – ha commentato l’assessore Marroni – Definisce il piano di sviluppo futuro dell’Ospedale del Cuore di Massa e la collaborazione tra due enti di grande prestigio, Scuola Sant’Anna e Fondazione Monasterio, nel settore della ricerca e dell’altissima specialità. La Regione farà un investimento significativo per la ristrutturazione e le tecnologie da acquistare per potenziare ulteriormente questo polo di alta eccellenza”.

“Questo accordo è quanto di più opportuno e convincente poteva essere fatto per aprire una stagione nuova – è la dichiarazione del sindaco di Massa, Alessandro Volpi – Il beneficio sarà non solo per la città di Massa ma per tutto il territorio, e di questo siamo molto grati alla Regione”.

“Il protocollo ha l’obiettivo di integrare sempre di più la Scuola Superiore Sant’Anna con l’attività della Fondazione Monasterio – ha detto il rettore del Sant’Anna, Pierdomenico Perata – Questo accordo consente un ulteriore salto di qualità. Entro il mese di ottobre abbiamo già costituito un consorzio tra i due enti per la ricerca medica e la medicina traslazionale”.

“Il consolidamento sostanziale che questo protocollo consente è un fatto eccezionale – ha sottolineato il direttore della Fondazione Monasterio, Luciano Ciucci – E’ un rafforzamento delle nostre potenzialità e della missione di ricerca. Un risultato estremamente importante anche per la collettività locale”.

“Questo è uno dei passi importanti per avvicinarsi alla realizzazione del Nuovo Ospedale delle Apuane – ha dichiarato la dg della Asl di Massa, Maria Teresa De Lauretis – Non dobbiamo solo trasferire un ospedale, ma migliorare sempre la qualità dell’assistenza che offriamo ai cittadini. Per questo è fondamentale la collaborazione con Monasterio”.

Il protocollo disciplina il rapporto di collaborazione tra tutti i firmatari in merito allo sviluppo delle attività dell’Ospedale del Cuore, con particolare riferimento alla neonatologia e all’area nascita, la cardiochirurgia pediatrica e la cardiologia pediatrica interventistica.

La Regione intende garantire il parto di neonati cardiopatici nelle condizioni di massima sicurezza per il nascituro. All’Ospedale del Cuore, tramite il trasporto in utero, il neonato potrà essere immediatamente preso in carico dagli specialisti della FTGM.

Per questo verrà realizzato un punto nascita integrato e articolato su due sedi: I e II livello nel Nuovo Ospedale Apuano (che sarà inaugurato nel settembre 2015), un punto nascita con caratteristiche di III livello (per i neonati cardiopatici) presso l’Ospedale del Cuore. A questo scopo, l’Ospedale del Cuore acquisirà gli spazi attualmente occupati dal Dipartimento materno infantile della Asl 1, contigui all’edificio sede dell’Ospedale del Cuore, quando questi verranno lasciati liberi in seguito al trasferimento nel Nuovo Ospedale delle Apuane.

L’Ospedale del Cuore viene riconosciuto anche quale Centro Regionale Pediatrico di eccellenza per il trattamento delle patologie congenite e acquisite dell’albero tronco bronchiale e della laringe. Viene quindi realizzato un centro di altissima specialità chirurgica, con un bacino di riferimento di portata extraregionale e internazionale per questa peculiare tipologia di trattamento interventistico.

Scuola Superiore Sant’Anna e Fondazione Toscana Gabriele Monasterio rafforzano la collaborazione già intrapresa da anni per una migliore realizzazione delle attività di ricerca e formazione di eccellenza in ambito clinico, con la nascita di un nuovo soggetto integrato tra i due enti.

Tutti i sottoscrittori del protocollo si impegnano a mettere a disposizione le risorse umane e strumentali necessarie alla realizzazione del progetto. Il sindaco di Massa, quale presidente della Conferenza dei sindaci, avrà il compito di coordinare con un apposito tavolo di monitoraggio tutte le azioni progettuali e i relativi atti attuativi.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »