energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Pacifisti e sinistra a Camp Darby, presidio contro nuova linea ferroviaria Breaking news, Cronaca, Politica

Pisa – Il progetto, presentato, come si legge nella nota diffusa dagli organizzatori del pacifico presidio che si è tenuto stamattina davanti alla base americana a Pisa, prevede la realizzazione di una nuova linea ferroviaria che dalla Stazione di Tombolo giunga a un grande terminal all’interno di Camp Darby.  La nuova linea, si legge ancora, “integrata da un ponte girevole sul Canale dei Navicelli, permette il transito di due treni al giorno”. Inoltre, verrebbero abbattuti circa mille pini che si trovano nell’ara protetta sulla direttrice della nuova linea.Il progetto, informano ancora i militanti dei movimenti pacifisti e della sinistra di base al presidio di questa mattina, “presentato dalla Commissione mista costruzioni italo-statunitense, è stato approvato il 26 aprile dal Consiglio direttivo dell’Ente Parco Regionale Migliarino San Rossore Massaciuccoli”.

A spiegare le motivazioni della protesta anche il capogruppo di Sì Toscana in consiglio regionale Tommaso Fattori, presente al presidio: “L’obiettivo del progetto è accrescere il numero e la frequenza dei carichi di armi da stivare all’interno della base. L’opera è in contrasto sia con la nostra Costituzione sia con il Piano territoriale del Parco e il Piano di gestione delle tenute di Tombolo e Coltano, ma trattandosi di un progetto con millantate finalità di sicurezza e difesa nazionale, è esonerato dai normali obblighi di conformità urbanistica”.

Conclude Fattori: “Vorremmo capire a che gioco sta giocando Rossi. E’ grave che il presidente e la giunta non abbiano coinvolto e informato il consiglio regionale e la cittadinanza: sentiremo la risposta alla nostra interrogazione ma a quanto ci risulta tutto era ampiamente noto da oltre un anno. Per parte nostra batteremo ogni strada per fermare il progetto, nel consiglio regionale e nei territori, e per chiedere la conversione ad usi civili di questa base militare straniera.”

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »