energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Scudo antifulmini per Palazzo Vecchio, si prepara lo “stage” per gli uomini in fune Cronaca

Firenze – Via alla seconda fase di interventi per la realizzazione del grande scudo in rame che proteggerà Palazzo Vecchio dalle tempeste di fulmini che anche quest’anno non hanno risparmiato la città. Dopo le attività preparatorie sulle facciate di via dei Gondi e di via dei Leoni, tocca alla prima parte di via della Ninna il montaggio dei cantieri preparatori in vista del momento clou, fra il 12 settembre e l’11 novembre prossimi, quando i tecnici della Saeet Impianti si caleranno imbragati in fune lungo la Torre di Arnolfo e le mura del palazzo per fissare le maglie di rame che proteggeranno il Palazzo.

I lavori di fronte agli Uffizi cominceranno il 19 agosto per alcuni giorni e proseguiranno dal 31 agosto fino ai primi 10 giorni di settembre. Intanto sulla facciata di Via dei Leoni sono stati inseriti opportuni ancoraggi, che serviranno per la discesa degli operatori, ma che potranno essere successivamente utilizzati per ispezioni sulla facciata e quindi utili alla manutenzione dell’edificio. Guarda la galleria fotografica

Foto-Iphone1-030-1024x764“I lavori per l’attuazione del progetto del maxi parafulmine sta procedendo secondo il cronoprogramma concordato con l’Amministrazione comunale”, conferma Luca Focardi Direttore commerciale della Saeet Impianti di Firenze specializzata nella progettazione e messa in opera di sistemi elettrici e meccanici per la produzione e il trasporto di energia convenzionale e rinnovabile.

La terza fase vedrà all’opera i tecnici in fune che si caleranno prima dalla Torre di Arnolfo, poi sulla facciata di Via dei Leoni  e infine nel Chiostro interno. Sarà questo un momento altamente spettacolare perché, grazie alle web cam montate sugli elmetti, esperti e pubblico interessato potranno osservare particolari delle facciate del palazzo che non sono mai state viste se non dagli antichi costruttori. Guarda la galleria fotografica

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »