energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Pandolfini: vini italiani e francesi, pregiati e da collezione Economia

L'asta di vini pregiati e da collezione, organizzata da Pandolfini nel periodo primaverile, è ormai un appuntamento fisso, consolidato dal successo degli anni passati e dalla precedente vendita di ottobre in collaborazione con l'Espresso e Pitti Immagine. Per il terzo anno consecutivo l'asta si terrà nella cornice di palazzo Ramirez Montalvo a Firenze, sede della casa d'aste, alle ore 15 di martedì 13 marzo, un'importante degustazione guidata di prestigiosi vini della famiglia Antinori arricchirà l'incanto.
Quasi 200 i lotti in catalogo, divisi in vini italiani, vini francesi e una sezione dedicata agli champagne. L'esposizione delle bottiglie inizierà alle ore 10 e terminerà alle ore 15 dello stesso giorno dell'asta.
Aprirà la vendita la sezione dei vini italiani, per la regione Toscana troviamo i Supertuscans, in particolare Sassicaia, Solaia, Tignanello, Pergole Torte, Guado al Tasso, Luce, Messorio, in annate e formati particolari. Una selezione dell’azienda Le Macchiole, presente con tre magnum di Messorio 2004 e due doppie magnum dello stesso anno, merita una menzione. All'incanto anche una selezione dei vini Antinori, alcuni dei quali presentati durante la degustazione della mattina. Sono da segnalare alcuni lotti di Sassicaia di annate diverse tra cui due magnum del 1998 dell’azienda San Guido e, per il Piemonte, i lotti di Barolo delle storiche aziende Conterno, Mascarello, e Gaja.
Per i vini francesi il catalogo è ricco sia per qualità che per quantità. Per la regione di Bordeaux, sono presenti una serie di lotti di Haut Brion, Mouton Rothschild, Margaux, Lafite Rothschild, Petrus, Ausone, Latour, Lynch Bages, l’Evangile di annate diverse a partire dal 1957 alle più recenti. In particolare due casse intonse da 12 bottiglie di Lafite Rothschild 1986, due casse di Mouton Rothschild e due di Lynch Bages dello stesso anno.

asta_vini_thumb-340x477_thumb.jpgLa Borgogna invece è rappresentata dai migliori Domaines, tra tutti Romanée Conti, Leroy, Dugat-Py, Ramonet, Mugnier. Tra i lotti più significativi una bottiglia di Musigny di Roumier del 2005 e una serie di bottiglie di Montrachet dei Domaines più importanti.
Dalla prestigiosa zona dello Champagne immancabili sono le etichette più rinomate come Dom Perignon, Cristal e Krug, da segnalare una magnum di Krug Vintage 1988 e due lotti composti da una bottiglia ciascuno di Krug Clos du Mesnil 1995. Alcuni di questi lotti sono destinati a raggiungere cifre importanti come nel caso di 12 bottiglie di Chateau Lafite Rothschild 1986 del valore, a base d'asta, di 13-14 mila euro.

Giovanna Focardi Nicita

 

0122_bassa1_thumb.jpg

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »