energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Paolo Fiorilli, la serena creatività dell’amicizia Opinion leader

Firenze – Ci ha lasciato oggi all’età di 67 anni Paolo Fiorilli, uno dei fondatori e primi sostenitori di Stamp. La sua famiglia di origine grossetana  aveva lasciato la Toscana per stabilirsi a Verona, dove Paolo ha trascorso la sua giovinezza prima di trasferirsi definitivamente a Bologna, città dove ha lavorato e vissuto insieme alla moglie Milena.

Paolo ha svolto la maggior parte della sua attività lavorativa presso la Culligan Italiana, ricoprendo il ruolo di capo delle relazioni esterne e organizzatore della comunicazione aziendale in tutto il mondo. Ma la sua vera vocazione era caratterizzata da una forte vena creativa che si è espressa in una serie di opere narrative e, negli ultimi anni, in un’attività teatrale che era complementare a un impegno culturale e civile al quale aveva dedicato tutte le sue forze.

Paolo ha prestato la sua voce a innumerevoli audiolibri destinati ai non vedenti, ma anche a tutti coloro che sentono il bisogno di avvicinare i grandi scrittori con questo strumento ancora troppo poco diffuso in Italia. Come lettore-attore ha partecipato a un gran numero di eventi sul territorio  bolognese, intervenendo anche direttamente nella traduzione di testi che ha fatto riscoprire al pubblico emiliano.

Coinvolto nel progetto Stamp, nel 2011, Paolo ha aderito con entusiasmo all’idea di un quotidiano online con base in Toscana, regione nella quale per anni è venuto dopo aver acquistato una casa, un vero e proprio buen retiro,  a Sticciano, nella sua Maremma, una frazione del Comune di Roccastrada a una ventina di chilometri da Grosseto.

In questi tre anni di lavoro, anche durante il periodo della malattia, Paolo ci ha sostenuto con idee, proposte, suggerimenti che hanno contribuito al progressivo affermarsi del quotidiano. Per questo la redazione e tutti gli amici di Stamp si uniscono a Milena, i figli e a tutti coloro che hanno amato una persona dolce e intelligente, per esprimere il dolore e il ricordo.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »