energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Parcheggio interrato del Cestello, cittadini chiedono incontro pubblico col sindaco Breaking news, Cronaca

Firenze – E’ il comitato Oltrarno Futuro a farsi carico di una richiesta trasversale e diffusa, che è comune a molte associazioni e soprattutto alla stragrande maggioranza dei residenti dell’Oltrarno, che riguarda la realizzazione, o meglio, la contrarietà alla realizzazione di un parcheggo interrato sotto piazza del Cestello. Un vero e proprio leit motiv dell’amministrazione, questa dei parcheggi interrati sotto le piazza storiche più famose della città, come dimostra analoga ipotesi che riguardava piazza del Carmine, cui proprio i cittadini organizzati nei comitati bloccarono.

Insomma, sull’idea di realizzare il parcheggio sotto piazza del Cestello, il comitato Oltrarno Futuro invia una lettera al primo cittadino e alla giunta forentina richiedendo un incontro pubblico in cui, all’auspicata presenza di Nardella, si possa realizzare un dibattito che porti alle orecchie dell’amministrazione il parere e le voci dei cittadini. Nella lettera si chiede formalmente a Nardella “di  prendere in considerazione  l’opportunità di promuovere e convocare  da parte Vostra, come Sindaco e Giunta comunale, con la auspicabile presenza della Vs.  persona, una Assemblea dei residenti dell’Oltrarno per un confronto pubblico ed aperto, appunto, sull’ ”idea” dello scavo di un parcheggio interrato in Piazza del Cestello”. Vengono poi puntualizzate anche altre questioni, prima fra tutte quella del “percorso partecipato” di cui parla l’amministrazione fiorentina, titolato “Un Cestello di idee”.

Un percorso partecipato in cui, a  prescindere dal fatto oggettivo della scarsa partecipazione riscontrata (su questo, i cittadini lmentano scarsa informazione e pubblicizzazione), il comitato afferma con decisione che, a differenza di quanto sostenuto dall’amministrazione, “la questione del parcheggio interrato non era mai stata affrontata”. Tantè vero, che, sostengono i cittadini, “la decisione di scavare un parcheggio interrato in Piazza del Cestello è stata ”comunicata” dall’Amministrazione comunale ai residenti dell’Oltrarno solo attraverso dichiarazioni dell’Assessore Stefano Giorgetti,  pubblicate in cronaca locale da un quotidiano a metà agosto”. Insomma, l’idea  “presentata, in tali dchiarazioni, come un  risultato degli incontri del ”percorso d’ascolto” intitolato ”Un Cestello d’idee” (…)  non risulta essere stata nè proposta,  nè presa in esame e  discussa,  nel corso di tali incontri, nonostante che (cfr.  https://issuu.com/udr_ppcp/docs/cestello_di_idee__di_cintio_2019_is  ”Un Cestello d’Idee. Linee guida per il progetto di trasformazione di Piazza del Cestello,a cura di Alberto Di Cintio e Rossella Rossi dell’Unità di Ricerca PPcP del DIDA,  maggio 2019, pag.109) ‘la questione dei parcheggi è stata la più dibattuta nell’ambito del percorso d’ascolto, a dimostrazione dell’interesse che riveste nella cittadinanza”.

Del resto, dicono ancora i cittadini, “nella suddetta pubblicazione  non c’è alcun riferimento all’ “idea” o all’ipotesi di scavare un parcheggio interrato in Piazza del Cestello”. Anzi, nella lettera inviata al sindaco e alla giunta, “al contrario vi è chiaramente affermato (cfr. pagg. 109 -111) che la “la pedonalità dello spazio urbano del Cestello”(…) è un processo che potrà essere realizzato per fasi, infatti è difficile immaginare la chiusura immediata del parcheggio senza che siano state organizzate e soprattutto realizzate nuove aree per la sosta delle autovetture”, escludendo, con ciò, qualsivoglia ipotesi di realizzare la pedonalizzazione di Piazza del Cestello con lo scavo preliminare di un parcheggio interrato”.

Ipotesi che non risulta neppure nel video ”Un Cestello d’ idee” (https://www.youtube.com/watch?v=ncyAmE9a9hs), realizzato dall’Università, “mentre,  al contrario, nel video (al minuto 17:30)  è presente uno spezzone in cui l’architetto Giorgio Caselli (Direzione Servizi Tecnici-Servizio Belle Arti Comune di Firenze) afferma, inequivocabilmente,  che “non possiamo continuare a pensare di arrivare al Teatro del Cestello in auto”.

Tirando le fila, ciò che i cittadini mettono nero su bianco è “che lo scavo di un parcheggio interrato in Piazza del Cestello si configura come una inammissibile ”forzatura” da parte dell’Amministrazione comunale ed ”un progetto” (…) ”calato dall’alto” sulla testa dei residenti, cosa che, nelle enunciazioni preliminari,   il ”percorso d’ascolto”, paradossalmente,  si riprometteva di evitare; che il  ”percorso d’ascolto” su Piazza del Cestello è stato, per modalità e metodologia,  cosa assai diverso da un ”percorso partecipato in piena regola  (cfr. Carta della partecipazione in mozione approvata   all’unanimità dal Consiglio comunale nel maggio 2016); che lo scavo di un parcheggio interrato in  Piazza del Cestello appare essere l’ unico obbiettivo (pur non esplicitamente dichiarato e discusso nel corso del   ”percorso d’ascolto”) perseguito dall’Amministrazione comunale  e che  la pedonalizzazione di Piazza del Cestello appare essere evidentemente usata, in questo contesto,  come pretesto per conseguire tale obbiettivo”.

Di conseguenza, richiamando anche l’assemblea dei residenti che si svolse alle Leopoldine il 1 ottobre scorso, vivace e partecipata, dove l’avversione per questa ipotesi emerse chiaramente da parte dei cittadini, che considerano l’operazione un attacco al profilo fisico e sociale dell’Oltrarno, il comitato si riserva anche la presentazione di un documento in cui esplicitare tutte le ragioni del No. Sollecitando l’incontro pubblico cittadini-amministratori, con la qualificante presenza del sindaco Dario Nardella.

Foto: dalla pagina facebook Firenze Oltrarno e Centro Storico

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »