energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Parco della Piana, un accordo per evitare l’esproprio delle aree dove è prevista la pista ciclabile Notizie dalla toscana

Per velocizzare la procedura, la giunta comunale di Sesto Fiorentino ha approvato nell’ultima seduta lo schema di accordo da sottoporre ai proprietari delle aree interessate per evitare gli espropri delle strade private comprese tra via dell’Osmannoro e via di Limite. L’accordo prevede che i numerosi proprietari – tra i quali figurano privati, aziende agricole e vari enti – consentano l’uso pubblico delle aree in questione e la realizzazione delle sistemazioni ambientali previste dal progetto. Da parte sua il Comune s’impegnerà invece, a sue spese, alla sistemazione e alla manutenzione del tratto di strada in questione con le caratteristiche di un percorso campestre, nonché all’installazione di alberature e arbusti e alla loro manutenzione e sostituzione, quando sarà necessario. Le aree dovranno essere rese disponibili gratuitamente entro 30 giorni dall’approvazione del progetto definitivo e spetterà sempre al Comune sostenere tutti gli eventuali costi per recinzioni, tubazioni e quant’altro. Nel caso non venga raggiunto il numero di adesioni ritenuto sufficiente a garantire la continuità dell’intervento, il Comune potrà decidere di non dare attuazione all’accordo, e procederà come previsto con la normale procedura di esproprio per pubblica utilità.
La realizzazione della pista ciclabile tra il Polo scientifico universitario di Sesto Fiorentino e la Villa Montalvo, a Campi Bisenzio, è stata decisa dal protocollo d’intesa sottoscritto dal Comune di Sesto e dalla Regione Toscana nell’aprile 2009, che prevedeva anche un finanziamento regionale in buona parte già erogato. Il tracciato del percorso ciclabile è stato invece delineato dal programma-stralcio per l’attuazione del parco della Piana approvato dall’amministrazione sestese nell’ottobre scorso.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »