energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Parità uomo-donna: l’Italia migliora ma è ancora lontana Cronaca

Parigi –  L’Italia ha ancora davanti a sé un lungo percorso se vuole assicurare al paese la parità uomo-donna, nonostante  nel 2014 abbia  ridotto  di due punti il  suo “gender gap” . Secondo un’inchiesta del World Economic Forum,  la fondazione di Ginevra nota soprattutto per organizzare gli incontri di Davos, il nostro paese si colloca  ancora al  69/mo posto su 142 (71mo posto nel 2014),  dietro a Bangladesh (68/mo)e Repubblica Kirghisa  (67mo). I primi della classe sono i paesi nordici, con l’Islanda che ottiene il miglior punteggio seguita da Finlandia, Norvegia e Svezia. Fanalino di coda è lo Yemen, all’ultimo posto per il nono anno consecutivo, dietro Pakistan, Ciad, Siria e Mali.  Le opportunità si sono deteriorate per le donne in Sri Lanka, Mali, Croazia, Macedonia, Giordania e Tunisia.

Negli ultimi anni, rileva il “Global gender gap report”, i maggiori passi avanti sono stati fatti nei campi della educazione e della sanità.  Nella politica e nelle prospettive economiche  gli sforzi sono stati  minori. Grazie alla partecipazione alla vita pubblica e in misura minore a un miglioramento sul fronte delle prospettive economiche ha Francia ha fatto un balzo spettacolare, passando dal 45/mo posto al 16/mo e cio` nonostante sia al 126/mo posto per l’eguaglianza salariale. L’Italia ottiene nel 2014 il 114/mo posto per partecipazione e opportunità economiche, il 62/mo per i risultati dell’istruzione, il 70/mo posto per la sanità e il 37/mo per la partecipazione politica.

Ridurre le distanze tra le opportunità dei due sessi,  porterebbe anche a positve ricadute economiche. Nel rapporto si sottolinea infatti  come un aumento del tasso di lavoro femminile abbia un impatto positivo sulla produttività: un ulteriore riduzione dello scarto uomo-donna potrebbe vfar balzare il Pil degli Stati Uniti del 9% e quello della zona euro del 13%.

immagine: www.inthecapital.streetwise.co

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »