energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Parrocchia Forte Marmi per patrono espone reliquia di un santo russo Politica

Insorge la Federazione della Sinistra di Forte dei Marmi perché la Parrocchia, con il benestare del Comune, ha deciso, per la festa patronale di San Ermete, patrono di Forte dei Marmi, di esporre, assieme al santo patrono anche un'immagine di San Nicola, Patrono della Russia, in omaggio ai numerosi turisti russi che d'estate invadono la località. “Ringraziando i villeggianti russi della loro scelta e della loro presenza sulla nostra costa – sottolinea il Portavoce della Federazione, Mario Navari, cogliamo l'occasione per ricordare sia a loro che all'amministrazione i gravi fatti che avvengono in Russia con la guida di Putin. In particolare, ci riferiamo alla vicenda delle Pussy Riot, gruppo punk condannato a due anni di carcere per aver intonato un brano di protesta all'interno di una chiesa ortodossa di Mosca”. Navari chiede una presa di posizione del Consiglio Comunale per il rilascio delle componenti del gruppo punk. Secondo i Comunisti versiliesi, “un Comune di livello internazionale come quello di Forte dei Marmi si deve fare promotore di una richiesta alle autorità preposte di rilascio immediato e senza condizioni delle ragazze recluse, così come richiesto anche da Amnesty International”.

Fin qui la cronaca “politica”.

Sul fronte religioso è alquanto curiosa, se non discutibile”, la scelta del parroco, in quanto, come dice anche un antico proverbio, “Scherza con i fanti ma lascia stare i Santi”.

La Chiesa su questo è chiaro, mai mescolare i “culti”.

Avrebbe avuto senso se ci fosse in atto un gemellaggio a livello ufficiale e istituzionale tra il Comune di Forte dei Marmi e uno Russo, così come tra parrocchie, in questo caso culto “Romano” per noi, e Ortodosso per loro, ma non risulta esserci nessun gemellaggio.

Che alla base della scelta del parroco allora ci sia il fatto che i Russi presenti al Forte, come in altre spiagge della nostra regione, sono Russi facoltosi che hanno iniziato a spendere, comprando ville sontuose in Toscana,  e allora in parrocchia si è pensato di tirare in ballo San Nicola, Patrono della Russia, sperando su qualche loro donazione generosa…

Il dubbio c’è.

Questo il programma della Festa Patronale

Oggi, domenica 26  sarà interamente dedicata alla grande fiera mercato per le vie del centro con oltre 380 bancarelle. Alle 19.00 alla Capannina il Sindaco Umberto Buratti conferirà la cittadinanza onoraria a Edoardo Nesi e alle 21.30 da piazza Dante partirà il corteo storico religioso con le reliquie del Santo Patrono per le vie del centro fino alla chiesa di S. Ermete. Alle 22.00 il tradizionale spettacolo pirotecnico dal pontile concluderà la lunga giornata di eventi.

Domani, lunedì 27 agosto alle 18.00 in piazza Garibaldi si svolgerà la “tombola dei bambini” e alle 18.45 nella chiesa di S. Ermete verrà consegnato il Premio “Amico di Forte dei Marmi” al direttore generale dell’Asl 12 di Viareggio Giancarlo Sassoli. Seguirà la lettura del componimento poetico di Raffaello Bertoli e la presentazione del santino, opera di G. Vicari. Al termine, il concerto di Riccardo Lippi al flauto, Francesca Boemi all’arpa ed Elisabetta Venturi all’organo. Alle 21.15 la “Benedizione della Città”dal sagrato della chiesa di S. Ermete. Alle 21.30 l’appuntamento sarà di nuovo in piazza Garibaldi per la tradizionale “Focata”il falò propiziatorio, su cui verranno bruciate cose vecchie per far posto, simbolicamente, ad un futuro migliore. La “Tombola di S. Ermete alle 22.30 concluderà la vigilia della festa.

Mercoledì 29 agosto nella pineta Pizzo del Giannino Emilio Tarabella chiuderà i festeggiamenti presentando il libro “Genesi e metamorfosi di Forte dei Marmi”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »