energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Partecipate, Gianassi: “Operative, prese le misure necessarie alla sicurezza” Breaking news, Cronaca

Firenze – Tutte le partecipate del Comune di Firenze sono operative e sono state prese tutte le misure necessarie alla sicurezza dei lavoratori e degli amministratori. E’ questo, il messaggio che ieri, nel corso della seduta congiunta in via telematica di tutte le commissioni consiliari, ha lanciato l’assessore alle partecipate Federico Gianassi. A dimostrarlo, dice l’assessore, sono anche gli accordi raggiunti fra  “gli amministratori e le rappresentanze sindacali dei lavoratori, accordi seri, difficili e complessi ma che hanno dimostrato una grande disponibilità da parte di tutti al fine di contenere gli effetti negativi della situazione attuale e mettere in salvaguardia le nostre aziende”.

L’analisi delle società partecipate dà senz’altro un quadro molto diversificato, in quanto, ha spiegato l’assessore, “è variegata l’articolazione delle nostre partecipazioni nelle società che hanno mission radicalmente diverse fra loro e che quindi sono toccate in maniera differente dall’emergenza coronavirus, così come differenti sono le risposte che hanno messo in campo”.

Si va dalla sicurezza fisica dei lavoratori con l’adozione di varie misure fra cui dove è possibile lo smart working, a tutte le misure necessarie per contenere il rischio di contagio, garantendo al contempo la produttività delle aziende. Per quanto riguarda la salvaguardia della situaizone economica dei dipendenti, alcune partecipate non hanno provveduto a ricorrere ad ammortizzatori sociali perché ritengono di poter far fronte alla situazione senza questo utilizzo. Altre hanno fatto accordi sindacali per utilizzare gli ammortizzatori, altre ancora hanno invece fatto accordi sindacali per usarli nel caso ce ne fosse bisogno ma ad oggi non li stanno utilizzando. Gianassi, che ha poi detto di essere disponibile ad un aggiornamento complessivo sulle partecipate in un futuro prossimo per vedere come evolve la situazione, ha ringraziato lavoratori e amministratori “per l’impegno che mettono nel portare avanti il lavoro in questo periodo di difficoltà” e ha ricordato che alcune partecipate, più di altre, subiscono l’effetto dei divieti di movimento decisi contro la diffusione del coronavirus, come per i servizi alla strada.

Gianassi ha infine ricordato che ad oggi vale il piano di razionalizzazione presentato in consiglio, e non è previsto un piano di dismissioni delle partecipate diverso da quello approvato nel dicembre scorso.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »