energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Partita verità per l’Isolotto nel derby con il Firenze Sport

Dopo il successo sotto la neve sul difficile campo degli Amici della Concordia l’Isolotto Fondiaria torna a giocare al coperto, fra le mura amiche, nel derby di domani al PalaIsolotto col Firenze, fischio di inizio come sempre alle 22.15. L’Isolotto punta decisamente alla vittoria per fare un passo in avanti verso la conquista matematica della promozione. In classifica (55 punti dopo 22 turni) l’Isolotto Fondiaria precede di 7 lunghezze il Tripetetolo e di 8 il Pelletterie, quando mancano otto turni, compreso questo, alla fine del campionato.

QUI ISOLOTTO
La squadra del tecnico Tommaso Chiappini ha svolto la seduta di rifinitura agli ordini del secondo, Massimo Caviglia, perché il tecnico è stato fermato dall’influenza. In compenso dovrebbe essere recuperato l’ex azzurro Bearzi, l’ecografia ha dato esito confortante, e si spera di recuperare anche Maurizio Dino. Per problemi lavorativi non ci sarà invece Gianmaria Pini, probabilmente l’atleta che ha fatto più progressi dall’inizio del campionato ad ora, protagonista con assist e gol anche venerdì scorso a Calenzano. In forte dubbio anche Usai, sempre alle prese con il problema muscolare rimediato dopo l’allenamento di martedì della passata settimana con la Rappresentativa regionale. La rosa è quindi ridotta ai minimi termini, e questo naturalmente influisce nella qualità degli allenamenti, ma la squadra biancorossa è comunque determinata e consapevole dei propri mezzi.

QUI FIRENZE
La formazione che domani sarà ospite al PalaIsolotto è stata capace di fermare in casa propria nel turno precedente proprio il Tripetetolo, partita che è finita 2-2, facendo un favore all’Isolotto e verrà a giocarsi la partita con l’idea di non fare sconti. In campo ci saranno numerosi ex: a cominciare dal portiere classe 89 Lorenzo Giorgi, passando poi al laterale ’87 Alessandro Perfetti per finire a Luigi Celli, classe ’88, all’Isolotto nella prima parte della stagione fino a dicembre, considerato uno dei giovani in prospettiva migliori della rosa e che poi ha deciso di lasciare il gruppo per andare in una società dove avrebbe giocato per più minutaggi.

COSI ALL’ANDATA
All’andata era finita 2-8 per l’Isolotto grazie a un poker di reti di Avallone, la doppietta di Dino e le altre reti di Nozzoli e Pini, in una gara che aveva mostrato un ampio divario tecnico tra le due formazioni. Stavolta però non ci saranno non pochi dei protagonisti di quella gara. Erano passati in vantaggio i padroni di casa al 5’ con un diagonale di Monetta. Pronta però era stata la reazione dell’Isolotto che pareggiavano al 13’ con Pini, in mischia su azione di calcio d’angolo. Due minuti dopo il sorpasso. In contropiede il gol lo firma Dino: 1-2. Poi l’1-3, firmato Avallone, dopo assist dello stesso Dino. Situazione in fotocopia un minuto dopo, segnava ancora Avallone su assist di Dino. E sull’1-4 si era chiuso il primo tempo con la partita sotto controllo. Nella ripresa, pronti via, ed è stato doppio show di Avallone: dopo 1’ segnava prima in mischia e poi, al 4’, in contropiede trafiggeva il portiere con un bolide. Segnava anche Nozzoli, al 15’, con un tiro all’incrocio dei pali mentre i padroni di casa accorciavano le distanze al 20’ con un diagonale dalla destra di Raffaelli. Chiudeva la gara al 25’ ancora in contropiede Maurizio Dino.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »