energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

La pedalata notturna Florence Byke Night quest’anno è per Alfredo Martini Sport

Firenze – E’ stata una splendida passeggiata cicloturistica ieri in notturna su un percorso cittadino di grande suggestione in quanto ha consentito ai partecipanti di ammirare i tesori artistici della città di Firenze.

Sempre dedicata ai “grandi” questa Florence Byke Night. L’edizione di luglio scorso si è svolta all’insegna della celebrazione del centesimo anniversario della nascita di Gino Bartali.

Con questa edizione settembrina si è invece voluto ricordare la figura recentemente scomparsa di Alfredo Martini valente commissario tecnico del ciclismo azzurro, ma soprattutto figura di uomo vero.

Partito il folto gruppo dei partecipanti dal Velodromo delle Cascine – prima del via un momento di raccoglimento per ricordare Enzo Sacchi campionissimo pistard degli anni cinquanta a cui è dedicato il velodromo – i pedalatori notturni hanno sostato nel Piazzale Vittorio Veneto dove Sara Biagiotti, sindaco di Sesto Fiorentino (Martini era un sestese) e Andrea Vannucci assessore allo sport del Comune di Firenze hanno sottolineato con parole incisive l’operato di Martini che tanto ha dato allo sport delle due ruote.

Tra i presenti Riccardo Fracassi nipote di Fiorenzo Magni; Luigi Bartali figlio di Ginettaccio; Elisabetta Nencini figlia di Gastone il “Leone del Mugello”; Elia – sulla bicicletta del nonno Alfredo – ed Edoardo nipoti del personaggio scomparso, che poi hanno partecipato alla passeggiata notturna e Marco Mordini consigliere di Martini rimastigli accanto fino in fondo. Presente pure Sante Ranucci campione tra i dilettanti degli anni cinquanta.

Partito il lungo corteo di biciclette (tanti anche i bambini anche come pedalatori, ma altri trasportati con ogni mezzo di locomozione, tutti hanno potuto ammirare le bellezze di Firenze. Nel gruppo si sono inserite pure alcune studentesse americane che hanno costellato la silenziosa pedalata con numerosi “oooohhh very nice”, “ooooohhh wonderful”. E questi episodi erano uno degli scopi della manifestazione accanto all’altro di carattere solidaristico in quanto le donazioni richieste per l’iscrizione sono destinate da parte di “Giglio Amico” a persone che versano in condizioni di assoluto bisogno.

Dopo aver terminato la pedalata, ritorno al velodromo con una bella cena a base di frutta. I partecipanti si sono congedati con l’impegno di rivedersi nel 2015. La manifestazione era patrocinata dal Comune e dalla Provincia di Firenze e dalla Regione Toscana.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »