energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Pendolari: multata in piedi in corridoio 1 classe Notizie dalla toscana

Multata perche' trovata in piedi lungo il corridoio di un vagone ferroviario di prima classe. E' quanto accaduto ieri sera a una pendolare del Valdarno sul treno 3169 per Foligno, nel tratto fra Figline e S.Giovanni. Lo afferma il portavoce del Comitato pendolari Valdarno Direttissima, Maurizio Da Re che definisce l'accaduto ''surreale e inaccettabile'' e parla di accanimento ''contro i pendolari del Valdarno''. ''E' una multa surreale per le modalita' – afferma Da Re -: come si puo' multare per 9,90 euro una pendolare in piedi nel corridoio della carrozza di prima classe, presupponendo e accusandola che fosse stata seduta fino a poco prima, se non e' stata colta in flagrante?. E' anche una multa inaccettabile – aggiunge -, e' segno di accanimento nei confronti dei pendolari del Valdarno che da mesi chiedono il declassamento dei treni per Foligno, perche' sono continuamente allontanati dalle carrozze di prima classe, che rimangono semivuote per tenere posti liberi per pochi viaggiatori, quando i treni sono affollati''. La Regione Toscana, afferma ancora Da Re, ''non ha dato finora risposte concrete, nonostante si fosse impegnata dallo scorso maggio a confrontarsi con la Regione Umbria, competente per contratto con Trenitalia dei treni della linea Firenze-Foligno''. Il Comitato assistera' la pendolare nel ricorso contro la multa e contro Trenitalia, ma rinnova anche la richiesta alla Regione Toscana: ''Prima che avvengano altri episodi incresciosi – conclude il portavoce – la Toscana insista in modo deciso con la Regione Umbria per far declassare le carrozze di prima classe sui treni per Foligno''. Sull'episodio interviene anche il consigliere regionale del Pdl Stefano Mugnai che preannuncia un'interrogazione all'assessore toscani ai trasporti Luca Ceccobao, ricordando di aver gia' portato all'attenzione della competente commissione il tema del declassamento delle carrozze di prima nei convogli piu' affollati. . ''Si sfiora il ridicolo – il commento di Mugnai -. Viaggiatori becchi e bastonati''. ''E' un autentico sopruso – spiega – che si aggiunge allo stato degradante in cui viene costretto a viaggiare chi quotidianamente deve spostarsi per motivi di studio o di lavoro''.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »