energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Per i Cavalieri sfida d’alta classifica aspettando il neozelandese Lupeni Società

Sabato 22 dicembre alle ore 15.00 I Cavalieri di Prato, dopo le fatiche internazionali, scenderanno di nuovo in campo per il campionato di Eccellenza affrontando, a Padova, il Rugby Petrarca per una sfida d'alta classifica.
Il divario tra le due formazioni è minimo: solo due i punti che separano i Tuttineri pratesi da quelli euganei.
Anche il percorso in campionato fin qui è stato simile: una sola sconfitta, diverse vittorie con bonus e tanti punti segnati; si scontrano, infatti, il secondo (Padova) e terzo (Cavalieri) miglior attacco del campionato. I Tuttineri pratesi hanno però la miglior difesa (solo 60 i punti subiti) e hanno già giocato tre scontri diretti playoff (Padova solo due) contro Rovigo, Calvisano e Viadana.
A Padova – si giocherà al centro sportivo Geremia e non allo stadio Plebiscito- I Cavalieri non dovranno avere cali di tensione post Challenge Cup, come avvenuto a Rovigo dopo la vittoria mancata di un soffio contro i London Welsh, e dimostrare anche in campionato i grandi progressi fatti vedere contro nel doppio scontro con lo Stade Français, dove il divario nei confronti dei transalpini non è stato così ampio ed è stato proposto un gioco di ottimo livello.
La rosa è quasi al completo: Giovanchelli, Vezzosi, Frati, Bernini, Pelizzari e il grande ex di turno Cavalieri, hanno recuperato e sono tra i convocati, mentre resteranno fermi ancora fino a gennaio Roan e Del Nevo; da valutare anche le condizioni di Boscolo, che non si è allenato tutta la settimana per un attacco influenzale, e Nifo, che se non dovesse farcela per sabato I Cavalieri  si presenterebbero con solo uno straniero in rosa. Simone Ragusi, dopo l'ottima prova di giovedì a Le Mans, partirà titolare  anche sabato a Padova e sarà il calciatore designato dai coach De Rossi e Frati.

Questa la formazione annunciata da De Rossi e Frati: Cannone, Giovanchelli, Garfagnoli, Cavalieri, Nifo, Ruffolo, Petillo, Bernini, Patelli (k), Vezzosi, Sepe, McCann, Majstorovic, Ragusi, Ngawini.
Panchina: Borsi, Balboni, Boggiani, Pelizzari, Frati, Tempestini, Lunardi, Pozzi

Intanto il neozelandese Lupeni Siale sarà il regalo del presidente Fabrizio Tonfoni ai coach De Rossi e Frati per la seconda parte della stagione de I Cavalieri Prato. Siale andrà a sostiuire Berryman, sospeso per doping e in attesa di conoscere l'entità della squalifica, nella rosa dei Tuttineri toscani. Lupeni Siale, detto “Lui”, è nato a Auckland ventisette anni fa e attualmente veste la maglia del Manly Sydney, squadra militante nella Shute Shield, il campionato australiano da dove provengono anche Berryman e Nifo. Lo scorso anno ha fatto esperienza in Europa marcando 9 presenze con il Carcassonne, squadra francese di ProD2 .
Gioca come ala, ma si adatta anche come centro: “Viste le grandi prove di Ngawini come estremo, abbiamo preferito dare più profondità alla linea dei trequarti, piuttosto che prendere un estremo” – commenta Frati – “Lui era già nel mirino della società e la sospensione di Berryman ha solo accelerato i tempi d'ingaggio. È un atleta con le caratteristiche adatte al nostro gioco e segna molto. Non sarà facile sostituire Dion, ma io e Andrea siamo convinti che Siale sia il giocatore giusto per sopperire a questa mancanza.” Siale è atteso in Italia nei prossimi giorni e potrebbe essere convocato già per la partita del 6 gennaio contro Mogliano.

Scheda Lupeni Siale
Nome: Lupeni
Cognome: Siale
Data di nascita: 19/12/1985
Nazionalità: Neozelandese
Peso: 95kg
Altezza: 1,78m
Ruolo: ala/centro
Squadre precendenti: Manly Sydney, Carcassonne

Print Friendly, PDF & Email

Per i Cavalieri sfida d’alta classifica aspettando il neozelandese Lupeni Sport

Sabato 22 dicembre alle ore 15.00 I Cavalieri di Prato, dopo le fatiche internazionali, scenderanno di nuovo in campo per il campionato di Eccellenza affrontando, a Padova, il Rugby Petrarca per una sfida d'alta classifica.
Il divario tra le due formazioni è minimo: solo due i punti che separano i Tuttineri pratesi da quelli euganei.
Anche il percorso in campionato fin qui è stato simile: una sola sconfitta, diverse vittorie con bonus e tanti punti segnati; si scontrano, infatti, il secondo (Padova) e terzo (Cavalieri) miglior attacco del campionato. I Tuttineri pratesi hanno però la miglior difesa (solo 60 i punti subiti) e hanno già giocato tre scontri diretti playoff (Padova solo due) contro Rovigo, Calvisano e Viadana.
A Padova – si giocherà al centro sportivo Geremia e non allo stadio Plebiscito- I Cavalieri non dovranno avere cali di tensione post Challenge Cup, come avvenuto a Rovigo dopo la vittoria mancata di un soffio contro i London Welsh, e dimostrare anche in campionato i grandi progressi fatti vedere contro nel doppio scontro con lo Stade Français, dove il divario nei confronti dei transalpini non è stato così ampio ed è stato proposto un gioco di ottimo livello.
La rosa è quasi al completo: Giovanchelli, Vezzosi, Frati, Bernini, Pelizzari e il grande ex di turno Cavalieri, hanno recuperato e sono tra i convocati, mentre resteranno fermi ancora fino a gennaio Roan e Del Nevo; da valutare anche le condizioni di Boscolo, che non si è allenato tutta la settimana per un attacco influenzale, e Nifo, che se non dovesse farcela per sabato I Cavalieri  si presenterebbero con solo uno straniero in rosa. Simone Ragusi, dopo l'ottima prova di giovedì a Le Mans, partirà titolare  anche sabato a Padova e sarà il calciatore designato dai coach De Rossi e Frati.

Questa la formazione annunciata da De Rossi e Frati: Cannone, Giovanchelli, Garfagnoli, Cavalieri, Nifo, Ruffolo, Petillo, Bernini, Patelli (k), Vezzosi, Sepe, McCann, Majstorovic, Ragusi, Ngawini.
Panchina: Borsi, Balboni, Boggiani, Pelizzari, Frati, Tempestini, Lunardi, Pozzi

Intanto il neozelandese Lupeni Siale sarà il regalo del presidente Fabrizio Tonfoni ai coach De Rossi e Frati per la seconda parte della stagione de I Cavalieri Prato. Siale andrà a sostiuire Berryman, sospeso per doping e in attesa di conoscere l'entità della squalifica, nella rosa dei Tuttineri toscani. Lupeni Siale, detto “Lui”, è nato a Auckland ventisette anni fa e attualmente veste la maglia del Manly Sydney, squadra militante nella Shute Shield, il campionato australiano da dove provengono anche Berryman e Nifo. Lo scorso anno ha fatto esperienza in Europa marcando 9 presenze con il Carcassonne, squadra francese di ProD2 .
Gioca come ala, ma si adatta anche come centro: “Viste le grandi prove di Ngawini come estremo, abbiamo preferito dare più profondità alla linea dei trequarti, piuttosto che prendere un estremo” – commenta Frati – “Lui era già nel mirino della società e la sospensione di Berryman ha solo accelerato i tempi d'ingaggio. È un atleta con le caratteristiche adatte al nostro gioco e segna molto. Non sarà facile sostituire Dion, ma io e Andrea siamo convinti che Siale sia il giocatore giusto per sopperire a questa mancanza.” Siale è atteso in Italia nei prossimi giorni e potrebbe essere convocato già per la partita del 6 gennaio contro Mogliano.

Scheda Lupeni Siale
Nome: Lupeni
Cognome: Siale
Data di nascita: 19/12/1985
Nazionalità: Neozelandese
Peso: 95kg
Altezza: 1,78m
Ruolo: ala/centro
Squadre precendenti: Manly Sydney, Carcassonne

Print Friendly, PDF & Email

Translate »