energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Per tre giorni Prato capitale mondiale del buon caffé Cronaca

Prato – Chi non ricorda le celebri frasi  della pubblicità di una famosa marca di caffè “più lo mandi giù,più ti tira su'” o “il caffè e’un piacere se non è buono che piacere è?”del famoso attore italiano Nino Manfredi che declamava la bontà della nera bevanda negli spot televisivi degli anni ottanta, portando in alto con le braccia la bianca tazzina della fidata domestica Natalina?

Anche il cinema non si è sottratto all’omaggio del prezioso chicco verde inserendolo nei titoli di famosi film di successo:”Bagdad Caffè”,”Caffè’ Express” ,”Bota Cafe'”per citarne i più noti  e ultimo (perché ancora in preparazione) “Caffè”del giovane regista Bortone che cita le parole dei sommelier sul caffè che “ha tre sapori: l’amaro, l’aspro e il profumato”.

Anche la musica consacra il caffè con le canzoni come la ormai famosa, presentata nella XIII edizione dello Zecchino d’oro, “il caffè della Peppina” dedicata ai più piccoli,senza contare quelle più amate: “Na tazzullella e cafe”, “Caffè nero bollente”e ” 7000 caffè” dei cantautori italiani di successo: Pino Daniele, Fiorella Mannoia, Alex Britti, insieme a quelle di importanti artisti stranieri Sinatra, Bob Dylan e i Blur .

E Prato per tre giorni da martedì 29 a giovedì 31 dicembre, sotto le logge di Piazza del Comune ospiterà il “Pausa Caffè Festival”,una manifestazione evento, unica nel suo genere, dedicata al caffè, la bevanda “nazional popolare”degli italiani con il sostegno del Comune di Prato -Assessorato alla cultura per Prato Festival Natale 2015, in collaborazione con La Marzocco (azienda leader nel settore delle costruzioni delle macchine da caffè), Torrefazione Oriental Caffè, Antica Torrefazione Caffè Padovani, Caffè Corsini, Ditta Artigianale Oxfam Italia,Torrefazione Marchi per il progetto “Caffè Haiti Macaya, nato da un’idea degli esperti del caffè Andrej Godina e Francesco Sanapo e realizzato da Nuovi Eventi Musicali.

Un doveroso riconoscimento che la città toscana fa alla tazzina di buon caffè che gli italiani (da una ricerca di Astra per conto del consorzio promozione caffè, il 96,5% degli italiani tra i 18 e i 65 anni beve caffè), sorseggiano da soli o in compagnia a tutte le ore del giorno ma anche di sera, a fine pasto,in pausa e in diversi modi: tazza grande, piccola, nel bicchiere, profumato all’anice o con scorzetta d’arancio, spolverato al cacao, dolcissimo o amaro e oggi, grazie ai due esperti Godina e Francesco Sanapo, campione italiano caffè i pratesi potranno degustare gratuitamente alcuni tra i migliori caffè del mondo e tostati in Italia, o in varie miscele oppure in versione monorigine, bio, decaffeinato, con le più moderne tecniche come l’espresso o in filtro, senza contare i preparati che potranno assaggiare  caldi, freddi,o abbinati alle bollicine, oppure con la panna e il liquore ideali per la stagione fredda, e infine gustare  la novità del “caffè infuso”, in ossequio alla filosofia della buona vita ovvero per chi può permetterselo il sorseggiarlo  “senza fretta”.

Incontri, convegni, assaggi, degustazioni e profumi che inonderanno le vie del centro cittadino, e grazie al progetto di Oxfam Italia (organizzazione no-profit che lavora in oltre 90 paesi del mondo per costruire un futuro libero dall’ingiustizia della povertà) e della Torrefazione Marchi,  sarà possibile a Prato, gustare  il “Caffè Haiti Macaya, prodotto con il sostegno diretto dalle piccole cooperative di coltivatori di caffè riunite da Recocas, contribuendo così non solo allo sviluppo economico dell’area ma anche alla deforestazione: infatti Macaya è l’unica foresta vergine dell’isola nel mar dei Caraibi.

Da segnalare all’interno della kermesse la mostra fotografica nello spazio espositivo Valentini in via Ricasoli n’6 “Il  viaggio di un barista”:una serie di scatti fotografici che raccontano la coltura del caffè,poi gli incontri enogastronomici del giornalista Luca Managlia, mentre mercoledì 31 dicembre alle 11.30 il campione italiano barista e pluripremiato, Francesco Sanapo, spiegherà come si preparano un buon caffè di qualità e il cappuccino, nonché le nuove mode e tendenze  del variegato mondo del caffè; infine sarà proiettato il film documentario di “Barista & Farmer” il racconto dell’ultima edizione del “talent show”sulla diffusione della coltura del caffè, che mostra  come si relazionano i produttori dei paesi in cui si coltivano i chicchi di caffè con i baristi: per dieci giorni dei baristi che hanno vinto una selezione a livello mondiale vivono l’esperienza dei produttori di caffè nelle piantagioni dell’Honduras; il talent è ideato da Francesco Sanapo in collaborazione con Sigep-Rimini Fiera.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »