energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Percorsi personalizzati per pazienti diabetici in età pediatrica STAMP - Salute

Il numero delle persone che soffre di diabete in Italia è in costante aumento. Secondo i dati del Registro italiano diabete mellito insulino-dipendente (RIDI), anche in Toscana i malati di diabete crescono del 3,6% l’anno. Questa patologia è sempre più diffusa fra gli adulti, ma anche i bambini ne possono essere affetti. Ecco perché la Regione Toscana ha deciso di sottoscrivere un accordo con l’Ufficio scolastico regionale e con le associazioni dei malati di diabete per garantire un maggiore sostegno anche ai pazienti di età pediatrica. «La Regione Toscana – ha spiegato l’assessore regionale al Diritto alla salute, Daniela Scaramuccia – ha sempre prestato particolare attenzione a questa patologia, sia in termini di prevenzione, con strategie di promozione della salute che riguardano alimentazione e stili di vita, sia negli interventi sulla cronicità: assistenza ospedaliera, ma soprattutto una rete psico-socio-sanitaria adeguata a fronteggiare il disagio dei piccoli pazienti e delle loro famiglie. In linea con i principi del Chronic Care Model, gli strumenti che abbiamo messo in campo sono i DH ambulatoriali, le attività formative residenziali, l’assistenza domiciliare ed extramurale (scuola). L’accordo con l’Ufficio scolastico regionale per favorire l’inserimento del bambino con diabete in ambito scolastico è un passo ulteriore in questa direzione». Grazie all’accordo siglato martedì 28 febbraio le famiglie potranno informare il personale scolastico della malattia dei propri figli, consegnando anche al dirigente scolastico un Piano individuale di trattamento diabetologico. Se l’alunno diabetico frequenta la mensa della scuola, la famiglia potrà fornire all’istituto scolastico uno schema alimentare personalizzato della dieta consigliata dai medici che lo seguono. Previste anche tempistiche e modalità di somministrazione dei farmaci in collaborazione fra Asl ed istituto scolastico.

Foto: www.tuttasalute.net

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »